Il crollo del viadotto “Petrulla”, assolto direttore dei lavori e prosciolto il progettista

Non sono responsabili del crollo del viadotto "Petrulla", lungo la Ss 626, i territorio di Ravanusa, collassato il 7 luglio del 2014. Il Gup del Tribunale di Agrigento Stefano Zammuto ha prosciolto il direttore dei lavori Stefano Orlando, e l'ingegnere Angelo Cammarata, progettista del viadotto. Nel crollo non ci fu alcuna ...Continua

Canicattì, in fiamme furgone carico di cialde da caffè. Sconosciute le cause del rogo

Un incendio ha divorato un furgone, Fiat Scudo, carico di cialde da caffè, che si trovava all'interno di un magazzino. Ancora da accertare l'origine del rogo. I Carabinieri della Compagnia di Canicattì, indagano sulle cause. Il mezzo è di proprietà di un 45enne commerciante canicattinese. E' successo nel corso della notte ...Continua

Ha sottratto 130 mila euro dal caveau della banca, agrigentino patteggia a 1 anno e 6 mesi di reclusione

Si era appropriato di 130 mila euro, con la complicità di un’amica. Antonino Gerardo Plano, 50 anni, di Raffadali, già responsabile del caveau della Banca di credito siciliano di Roma, ha patteggiato la pena a 1 anno e 6 mesi di reclusione (pena sospesa). Il patteggiamento è stato ratificato, ieri, dal ...Continua

Palma di Montechiaro, auto investe asino e cavallo e si allontana. Nei guai proprietario dei due animali

Un'autovettura ha investito un asino e un cavallo, per poi allontanarsi dalla zona. I due animali sono rimasti feriti sul selciato. Lievi traumi per il cavallo, più gravi le ferite per l'asino. L'incidente stradale si è verificato all'alba, sulla strada statale 115, nel tratto che collega Palma di Montechiaro con Licata, ...Continua

Aveva realizzato piccola piantagione di marijuana, canicattinese resta agli arresti domiciliari

Arresti domiciliari confermati per Filippo Cutaia, 30 anni, di Canicattì, arrestato il 30 agosto dai Carabinieri con l'accusa di produzione di sostanze stupefacenti. Lo hanno deciso i giudici del Tribunale del Riesame di Palermo, che hanno respinto la richiesta di annullamento della misura cautelare del legale difensore dell'imputato, l'avvocato Gero Lo ...Continua

Agrigento, si appropriò di 300 mila euro per acquistare Gratta e vinci. Ex direttore delle Poste a processo

E' accusato di essersi appropriato di circa 300.000 euro, attraverso prelievi effettuati sui libretti giudiziari. Si tratta di S.C., ex direttore delle Poste di Agrigento. Il Gup del Tribunale di Agrigento, Stefano Zammuto, ha accolto la richiesta della difesa ed ha disposto per l'imputato la perizia e l'esame di un ...Continua

Catania, la Dda sequestra 150 milioni a Mario Ciancio: sigilli al quotidiano “La Sicilia”

"Fondi non giustificati nelle società". E ancora: "Sproporzioni fra entrate e uscite". Il Tribunale di Catania ha emesso un decreto di sequestro e confisca di beni, su richiesta della Direzione distrettuale antimafia, nei confronti dell'editore e direttore del quotidiano La Sicilia, Mario Ciancio Sanfilippo, attualmente sotto processo per concorso esterno ...Continua

Uva Italia è allarme furti . Agricoltori ed imprenditori chiedono intervento istituzioni.

E’ allarme tra imprenditori e braccianti agricoli di Campobello di Licata e di altri comuni dell’hinterland. In piena raccolta dell’uva Italia, si stanno verificando dei furti del prodotto che quest’anno è stato interessato da un fenomeno il “cracking” che ha ridotto notevolmente la produzione. Gli addetti ai lavori, lamentano, che ...Continua

Nell’Agrigentino scoperta maxi piantagione di marijuana, tra ulivi e fichi d’india. In manette una coppia di agricoltori

Nel "cuore" delle campagne riberesi, fra alberi d’ulivo e fichi d’india, grazie anche all’intenso pattugliamento e sorvolo dall’alto, effettuato con un Elicottero dell’Arma, i Carabinieri avevano individuato una “strana” distesa di alte “piante verdi”. Ed il sospetto si è subito rivelato fondato. Alle prime luci dell’alba, una trentina di militari dell’Arma ...Continua

Racalmuto, due fucilate contro la porta della casa di campagna di pensionato

Esplose due fucilate contro la porta d'ingresso dell'abitazione di campagna, di proprietà di un pensionato, settantacinquenne, di Grotte. Sconosciuto il movente, che ha spinto uno o più malviventi a mettere in atto il grave gesto. Indagano nel massimo riserbo i Carabinieri della Stazione di Racalmuto e i loro colleghi della ...Continua