Tu sei qui
Home > Politica > Struttura per quarantena migranti a Porto Empedocle, Puccio: “Ipotesi da scongiurare”

Struttura per quarantena migranti a Porto Empedocle, Puccio: “Ipotesi da scongiurare”

“No alla realizzazione di ulteriori strutture per migranti a Porto Empedocle”. Ad intervenire è il consigliere comunale di Porto Empedocle Dario Puccio. “Apprendo, consultando il sito on line della Prefettura di Agrigento- spiega – che l’ufficio territoriale del Governo ha avviato una procedura aperta per l’individuazione di strutture di accoglienza per migranti, sia minori che adulti, sottoposti a isolamento sanitario o quarantena da Covid 19 e che tra le società che hanno – legittimamente – proposto la propria offerta ve n’è una che mette a disposizione 170 posti i n una struttura di Porto Empedocle.
“Sebbene non vi sia ancora, tra gli atti pubblici, alcuna aggiudicazione del progetto – continua Puccio – credo che sarebbe inammissibile che la nostra città, già gravata dalla presenza di una tensostruttura e dallo stazionamento in rada delle navi-quarantena, possa essere individuata anche per la realizzazione di strutture di accoglienza specificatamente dedicate al Covid-19. Questo perché non solo non farebbe altro che accrescere la preoccupazione da parte dei cittadini ma anche perché, come già accaduto, porterebbe ad un incremento vertiginoso dei casi di Covid-19 registrati dall’Asp nel nostro Comune, con la conseguenza di una ricaduta d’immagine negativa per Porto Empedocle”.
Puccio chiede quindi che l’Amministrazione comunale chiarisca l’attuale situazione e predisponga, ove possibile, atti finalizzati a scongiurare questa ipotesi che rischierebbe di “procurare nuovi danni a commercianti e attività turistiche e ricettive”.
Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su