Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Canicattì > Canicattì, Alberto Tedesco presenta mozione consiliare per Daphne Caruana Galizia

Canicattì, Alberto Tedesco presenta mozione consiliare per Daphne Caruana Galizia

Coltivare la memoria, ricordare l’esempio di chi ha combattuto con coraggio la corruzione ed il malaffare, di chi ha testimoniato fino al sacrificio della propria vita l’importanza, per la nostra società, del giornalismo libero ed indipendente, è un dovere di tutti coloro che amano la libertà e la democrazia, conquiste che occorre difendere ogni giorno e mai dare per scontate.

Per questo ho inteso depositare una mozione, che sarà discussa nel prossimo Consiglio Comunale, per ricordare Daphne Caruana Galizia, una grande donna e una grande giornalista  maltese, che è stata sottratta all’affetto dei suoi cari da un vile attentato perpetrato da criminali che hanno inteso fermarne l’attività giornalistica e ridurla al silenzio, ma che hanno invece provocato la reazione del popolo maltese e degli amici della libertà e della democrazia.
Di seguito il testo della mozione.

Al Consiglio comunale di Canicattì

Al sig. Sindaco

Loro sede

 

MOZIONE

 

Il sottoscritto, presenta la seguente mozione:

Premesso

  • che Daphne Caruana Galizia è nata a Malta il 26 agosto 1964 a Sliema;

  • che è stata una delle giornaliste maltesi più note della propria isola, che si trova a pochi chilometri dalla nostra terra;

  • che la sua attività giornalistica si è caratterizzata per le inchieste sulla corruzione e sull’evasione fiscale internazionale sull’isola di Malta legata ai Panama Papers, i documenti riservati che hanno rivelato una rete internazionale di società off shore e l’identità dei loro beneficiari;

  • che la giornalista Daphne Caruana Galizia è morta a 53 anni il 16 ottobre del 2017 a Bidnija, nel nord dell’isola, a causa dell’esplosione di una bomba inserita nella sua auto, da chi ha voluto in questo modo interrompere la sua attività giornalistica;

  • che questa grande Donna, madre e moglie affettuosa, attraverso la sua attività di giornalista e blogger ha sempre lottato con coraggio ed a viso aperto per il progresso della sua terra e per la emancipazione della donna, denunziando a viso aperto l’arretratezza culturale, il totalitarismo politico e filosofico, la corruzione ed il malaffare;

  • che Daphne Caruana Galizia costituisce un simbolo ed un punto di riferimento politico e culturale di chi ritiene che il giornalismo libero ed indipendente sia un presidio fondamentale per la difesa della Democrazia e della Libertà;

  • che è doveroso che le Istituzioni canicattinesi tributino a questa grande Donna ed alla sua famiglia il proprio sostegno, la propria vicinanza e la propria solidarietà.

Tutto ciò premesso

Visto il decreto legislativo m. 267 del 2000

Visto lo statuto comunale

Visto il regolamento del consiglio comunale

Per le considerazioni fin qui rappresentate, il sottoscritto, previo inserimento nell’O.D.G. del prossimo Consiglio, chiede al Consiglio Comunale di approvare la seguente

Mozione

Il Consiglio Comunale di Canicattì, con la presente a valere quale atto di indirizzo, impegna l’amministrazione comunale,

  • A manifestare al popolo maltese ed alla famiglia della giornalista Daphne Caruana Galizia la solidarietà e la vicinanza della amministrazione comunale canicattinese;

  • A coltivare la memoria e l’esempio della giornalista Daphne Caruana Galizia attraverso iniziative da organizzare nelle scuole canicattinesi in cui si evidenzi la fondamentale importanza del giornalismo libero ed indipendente quale imprescindibile presidio di libertà e democrazia;

  • ad invitare a Canicattì, in occasione di una di tali iniziative, i familiari della giornalista Daphne Caruana Galizia al fine di manifestargli, anche attraverso la consegna di un dono, la vicinanza e la solidarietà del comunità canicattinese.

Il Presidente del Consiglio Comunale

Alberto Tedesco

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su