Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Canicattì > Canicattì, Ipab Maria Burgio Corsello. Il Giudice rigetta richiesta di sospendere le ingiunzioni di pagamento

Canicattì, Ipab Maria Burgio Corsello. Il Giudice rigetta richiesta di sospendere le ingiunzioni di pagamento

Ormai  all’ufficialità manca davvero poco. L’Ipab Maria Burgio Corsello è  destinata alla chiusura definitiva. Il Giudice della sezione Civile del Tribunale di Agrigento Gerlando Lo Presti Seminerio, ha respinto il ricorso presentato dal legale dell’istituto l’avvocato Carmen Augello, che chiedeva la sospensione dei decreti ingiuntivi da parte dei dipendenti e fissato per il prossimo 16 di novembre l’udienza nel corso della quale entrerà nel merito degli stessi. In quella, data in sostanza, saranno definite le modalità di pagamento ai dipendenti della Burgio Corsello che avevano effettuato i decreti avvalendosi dei loro legali di fiducia. Dunque, rimangono  appese ad un flebile filo le speranze dell’Ipab Maria Burgio Corsello di continuare la propria attività sul territorio di Canicattì dopo ben 135 anni di servizi resi alla comunità.

Pubblicità Lirenas Gas

Articoli Simili

Su