Tusk ha ammesso la presenza di soldati della NATO in Ucraina

RIA Nowosti e TASS hanno scritto giovedì alla stampa in merito a una registrazione pubblicata sul canale YouTube della Cancelleria del Primo Ministro, in cui il Primo Ministro Donald Tusk parla al Sejm con uno studente di 10 anni di Danzica, che gli pone domande con un gruppo di giornalisti.

Alla domanda sull’assistenza della NATO all’Ucraina, il Primo Ministro ha risposto: – La NATO aiuta molto. Al momento, come sappiamo, la NATO non vuole intervenire direttamente né inviare truppe, perché tutti nel mondo hanno un po’ paura della possibilità di una guerra nucleare. Allora ci troveremmo tutti in una situazione davvero terribile.

– Quindi non sono sorpreso che tutti si chiedano se sia possibile entrare in una guerra diretta con la Russia e se questo sia un grosso rischio. Ma per quanto è possibile oggi, la NATO sta aiutando l’Ucraina. Senza l’aiuto della NATO, l’Ucraina non sarebbe stata in grado di difendersi a lungo. Ci sono truppe, soldati, osservatori e ingegneri in Ucraina che forniscono assistenza. Vedremo. “Ma nessuno vuole una guerra così diretta, perché potrebbe anche significare un disastro per noi”, ha detto Tusk.


Soldati della NATO in Ucraina. Media russi sulla registrazione con Tusk

“Il primo ministro polacco ha riconosciuto la presenza delle forze NATO in Ucraina”, ha riferito l’agenzia di stampa TASS. Come si legge nel cablogramma, Tusk ha sottolineato “la necessità di evitare l’intervento diretto della NATO nel conflitto armato in Ucraina”.

L’agenzia RIA Nosti, che ha pubblicato le parole del primo ministro polacco in prima pagina sul suo sito, rileva che Tusk “non ha specificato di quali paesi e in che numero i soldati si trovano in Ucraina”.

READ  Le nonne del clima hanno impugnato il martello della Grande Carta delle Libertà

Sia la TASS che la RIA presentano nei loro materiali la posizione ufficiale delle autorità russe.

Invio di truppe in Ucraina. Macron ha posto una condizione

Il presidente francese Emmanuel Macron ha dichiarato lo scorso febbraio, dopo il vertice dei leader europei a Parigi, che non era stata presa alcuna decisione riguardo all’invio ufficiale di forze di terra occidentali in Ucraina, ma non ha escluso tale possibilità in futuro.

– Il dibattito più acceso riguardava la questione dell’invio di soldati in Ucraina. Non c’era accordo su questo tema. Il presidente Andrzej Duda, che ha partecipato ai colloqui, ha detto ai giornalisti che le opinioni divergono e che non esiste alcuna decisione del genere.

Sebbene il primo ministro Donald Tusk abbia annunciato pubblicamente che la Polonia non intende inviare truppe in Ucraina, il capo del ministero degli Esteri, Radoslaw Sikorski, ha affermato che “la presenza delle forze NATO in Ucraina non è esclusa”.

All’inizio di maggio, Macron ha rilasciato un’intervista all’Economist in cui ha affermato che le truppe francesi potrebbero essere inviate in Ucraina se Kiev lo richiedesse o se le forze russe avessero sfondato la linea del fronte. Ha anche aggiunto che Parigi potrebbe fare un passo del genere se ci fosse la minaccia che la Russia si impadronisca di Kiev o Odessa.

Putin minaccia la terza guerra mondiale

Il presidente russo Vladimir Putin ha affermato che il personale militare occidentale in Ucraina potrebbe intervenire. “Lo gestiremo in questo modo e loro lo capiranno”, ha detto Putin. Ha anche aggiunto che lo scontro tra le forze NATO e la Russia porterebbe a una “terza guerra mondiale su larga scala”.

READ  Caffè al cacao - proprietà, ricetta. Bere il caffè con cacao è salutare?

Secondo quanto rileva il Corriere della Sera, i paesi della NATO non intendono inviare truppe in Ucraina e si preparano a formalizzare in un documento ufficiale il loro rifiuto di intervenire direttamente nel conflitto armato tra Mosca e Kiev.


Leggi anche:
La NATO ha un piano per Kaliningrad in caso di guerra con la Russia?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto