- Advertisement -spot_img
HomesportKia MVP Ladder: in che modo l'aggiunta di James Harden influenzerà Joel...

Kia MVP Ladder: in che modo l’aggiunta di James Harden influenzerà Joel Embiid nelle corse?

- Advertisement -spot_img

L’aggiunta dell’ex giocatore dell’anno Kia James Harden ai 76ers potrebbe avere un impatto sullo status di MVP di Joel Embiid.

• Stasera su League Pass: Harden ha fatto il suo debutto nel Minnesota (8 EST, Bass League)

Il rapporto ufficiale sull’infortunio di Philadelphia è stato pubblicato giovedì sera senza alcuna menzione del portiere appena acquisito James Harden, il che significa che dovrebbe fare la sua 76a partita per la prima volta in Minnesota venerdì.

Di solito un pilastro nella Kia Race to the MVP ladder, Harden è degno di nota qui solo per l’impatto che potrebbe avere sulla nomination di Kia MVP per il grande uomo dei Sixers Joel Embiid, che è ancora bloccato in una gara serrata con Nikola Jokic di Denver per il primo posto . 1 posto con la nostra seconda metà di stagione di apertura.

“Beh, non voglio spingere per tutto, ma il modo in cui ho suonato parla da sé, specialmente con tutto ciò che abbiamo passato, il dramma tutto l’anno, e ovviamente manca un pezzo enorme, tutto ciò che ha detto Embiid durante il fine settimana in campionato. NBA All-Star. “Quindi, [I] Ho davvero dovuto portare il mio gioco a un altro livello, che fosse in attacco, difesa o regia. Ovviamente ho dei grandi compagni di squadra che danno tutto e questo aiuta molto”.

Bene, Philadelphia ne ha aggiunto un altro nell’ex MVP Harden, che si è unito alla squadra su Deadline Trade in un accordo con Brooklyn che includeva l’invio dell’ex compagno di squadra Ben Simmons ai Nets.

Tieni presente che Harden non gioca dal 2 febbraio a causa di un tendine del ginocchio stretto. Tuttavia, Embiid si aspetta di costruire rapidamente una chimica con Harden, che dovrebbe alleggerire in qualche modo il peso del Big Man quando attacca.

James Harden è stato il miglior giocatore del campionato e tutto il resto, [won] “Penso che sarebbe facile costruire quella chimica”, ha detto Embiid. Tutti sono sulla stessa pagina. Stiamo tutti cercando di vincere un campionato. Quindi, questo è il punto. Penso che tutto riguardi solo rimanere in salute, sedersi sul pavimento e stare insieme e giocare davvero insieme”.

READ  Recuperare il ritardo con INT JC Jackson incombe con un segno di franchising
READ  Guerra di Russia e Ucraina. Allenatore Massej Repos: non posso lavorare nel paese di Putin

Filadelfia partì per quel viaggio venerdì sera al centro del bersaglio.

L’MVP 2018 ha segnato una media di 22,5 punti, 8,0 rimbalzi e 10,2 assist in 44 partite in questa stagione con il Brooklyn. I suoi numeri record rappresentano la sua produzione più bassa dal 2012. Harden si è allenato con la squadra giovedì a Minneapolis e, a questo punto, non è noto se la guardia stellare tornerà al livello di MVP una volta che avrà toccato terra con Embiid, che è entrato nelle partite di giovedì sera come il giocatore. Capocannoniere della lega.

Mentre ripristiniamo la Kia Race alla scala MVP emergente dalla pausa All-Star, vedrai un cambiamento dai primi cinque, spronato in parte dalla notizia che Chris Paul perderà una notevole quantità di tempo con Una frattura da avulsione del pollice destrol’incredibile DeMar DeRozan ha recentemente interrotto le partite con un punteggio di 35 o più su un tiro del 50% o migliore.

DeMar DeRozan sale la scala Kia MVP

Sostenuto da 8 partite consecutive con 35 o più punti e momenti di frizione nel quarto quarto, DeMar DeRozan si sta facendo strada nella conversazione.

Derosan ci benedica Un’altra performance vintage Nella vittoria di giovedì su Atlanta, che ha attirato l’attenzione di molti suoi coetanei come Donovan MitchellE il fare pipì E il indurimento. DeRozan è balzato di cinque posizioni al quarto posto dal numero 9, mentre Jokic ha mantenuto il suo vantaggio sottile come un rasoio sul crescente Embiid.

E ora, i primi cinque posti di questa settimana nella Kia 2021-22 gareggiano per la classifica dei migliori giocatori:


1. Nikola Jokic, Denver Nuggets

ultimo ordine: n. 1

READ  Guerra di Russia e Ucraina. Allenatore Massej Repos: non posso lavorare nel paese di Putin

Statistiche della stagione: 26.0 punti, 13.8 punti, 7.9 punti

Nikola Jokic ha segnato 25 punti, 12 rimbalzi e 9 assist nella sua prima partita dopo aver infranto l’All-Star.

Djokic ha messo a segno 25 punti per segnare 12 rimbalzi e nove assist a Denver conquistare sacramento E prima di consegnare il pallone a Michael Mallon, giovedì, per festeggiare 300 voltey vittoria. I Nuggets hanno ottenuto quattro vittorie consecutive poiché Jokic ha raccolto 15 o più rimbalzi in quattro delle ultime cinque partite, mentre ha segnato 25 o più punti in quattro partite consecutive. Embiid ha parlato di quello che ha passato in questa stagione, ma non ha affrontato le stesse avversità del miglior giocatore del torneo. I Four Nuggets hanno saltato la partita di giovedì e hanno perso due debuttanti per quasi tutta la stagione.

READ  Olimpiadi in diretta: ultimi conteggi delle medaglie, risultati e notizie

2. Joel Embiid, Philadelphia 76ers

ultimo ordine: Numero 2

Statistiche della stagione: 29.6 punti, 11.2 punti, 4.5 punti

Joel Embiid è fuori per 42 punti e 14 rimbalzi contro i Bucks.

I numeri di Embiid sono aumentati in tutte le principali categorie di statistiche dall’ultima versione della Kia Race alla scala MVP, e stiamo solo aspettando di vedere come l’aggiunta di Harden influirà sulla già brutale produzione. L’allenatore dei Sixers Doc Rivers prevede di tenere sempre a terra almeno due giocatori tra Embiid, Harden, Tyrese Maxey e Tobias Harris per garantire che la squadra abbia una potenza di fuoco costante alla fine dell’attacco. Questa è una dimostrazione spaventosa per gli avversari durante la seconda metà della stagione. Embiid ha segnato 40 o più punti in due delle sue ultime tre partite all’inizio dell’All-Star break.


3. Giannis Antikonmo, Milwaukee Bucks

ultimo ordine: Numero 3

Statistiche della stagione: 29.4 punti, 11.2 punti, 6.0 punti

Giannis Antetokounmo perde 50 punti e tira 14 rimbalzi contro i Pacers.

Il ragazzo ha segnato 82 punti in 30 tiri nelle ultime due partite dell’All-Star Break, di cui 50 il giorno dopo San Valentino. I suoi 21 tentativi di field goal lo hanno classificato al quarto posto più basso in una partita da 50 punti nella storia della NBA. I Bucks non apriranno la seconda metà della loro stagione fino a sabato, quando ospiteranno i Brooklyn Nets (8:30 ET, ABC). Ciò significa che Antetokounmpo dovrebbe essere ben riposato dopo aver toccato terra correndo forte all’All-Star Game.

READ  Olimpiadi in diretta: ultimi conteggi delle medaglie, risultati e notizie

4. DeMar DeRozan, Chicago Bulls

ultimo ordine: numero 9

Statistiche della stagione: 28.3 punti, 5.2 punti, 5.1 punti

DeMar DeRozan ha segnato 37 gol contro gli Hawks e ha continuato la sua serie di oltre 35 vittorie consecutive sul 50% dei suoi tiri dal campo.

Ovviamente abbiamo classificato DeRozan molto in basso nella nostra ultima gara Kia alla scala MVP due settimane fa. Ma non possiamo ignorare il fatto che la scorsa settimana DeRozan è diventato il primo giocatore nella storia del campionato a segnare 35 punti o più e tirare il 50% o meglio. Settima partita consecutiva, solo per estendere quella serie (il più grande toro di tutti i tempi, Michael Jordan, non ha mai compiuto quell’impresa) a otto giovedì contro gli Hawks. Chicago catturata Sesta vittoria consecutiva Sabato ospita Memphis prima di mettersi in viaggio per le partite di Miami e Atlanta.


5. Stephen Curry, Golden State Warriors

ultimo ordine: no 5

Statistiche della stagione: 25.7 punti, 5.3 punti, 6.5 punti

Stephen Curry offre la prestazione di MVP dell’All-Star Game con 50 punti, di cui 16 dalla profondità.

I numeri di tiro rimangono bassi per gli standard di Curry. Ha raggiunto il 42,8% di field goal e il 37,8% di profondità in 54 competizioni prima della pausa All-Star. Poi ci ha mostrato durante l’All-Star Game di non contare mai il vero tiratore (Carrie buchi NBA record di 16 triple). Nella sua prima partita dopo l’intervallo, Curry ha chiamato 5 su 11 dal campo e 2 su 7 dalla corsa nella vittoria su Portland. Ma la regola empirica ha potenziato la sua regia, dato che ha segnato 14 assist nel gioco, appena il doppio dell’assist dei Trail Blazers prodotto da una squadra.

READ  18 anni dal Manchester United nella nazionale polacca. La guaina Pike None raccoglie molto su base regolare

i seguenti cinque:

6. Devin Booker e i Phoenix Suns (Ultima classifica: n. 8)
7. Ja Morant, Memphis Grizzlies (ultimo ordine: T-6)
8. Luka Doncic, Dallas Mavericks (ultimo ordine: T-6)
9. Chris Paul, Phoenix Suns (Ultima classifica: n. 4)
10. Jimmy Butler, Miami Heat (ultima classifica: 10)

e altri cinque (in ordine alfabetico): LeBron James, Lakers di Los Angeles; Zach Lavigne, Chicago Bulls; Donovan Mitchell, Utah Jazz; Jason Tatum, Boston Celtics; Karl Anthony Towns, Minnesota Timberwolves.

* * *

Michael C. Wright è uno scrittore senior per NBA.com. Puoi inviargli un’e-mail quiTrova il suo archivio qui e seguilo Twitter.

Le opinioni espresse in questa pagina non riflettono necessariamente quelle della National Basketball Association, dei suoi club o di Turner Broadcasting.

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img
Stay Connected
16,985FansLike
2,458FollowersFollow
61,453SubscribersSubscribe
Must Read
- Advertisement -spot_img
Related News
- Advertisement -spot_img

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here