Guerra di Russia e Ucraina. Altre manipolazioni di Putin. Rivolgiti ai russi

  • Vladimir Putin ha aggiunto che “solo i soldati professionisti svolgono i compiti loro assegnati”.
  • Più di 11.000 stato maggiore delle forze armate ucraine hanno riferito lunedì che l’esercito russo ha perso soldati durante un’offensiva di 11 giorni contro l’Ucraina.
  • Nel frattempo, il vice primo ministro ucraino, Irina Vereshchuk, ha annunciato che Mosca si rifiuta di trasferire i corpi dei soldati russi. – I russi non vogliono nemmeno negoziare su questo tema. Ovviamente pensano che i cadaveri del loro personale militare non valgano la pena di tornare in patria e seppellirli in modo umano
  • Puoi seguire le informazioni sulla difesa dell’Ucraina 24 ore al giorno sul nostro sito web relazioni dirette
  • Maggiori informazioni importanti possono essere trovate sulla homepage di Onet. Se non vuoi perdere nessuna notizia importante, iscriviti La nostra newsletter

Vorrei rivolgermi alle madri, alle mogli, alle sorelle, ai fidanzati e alle fidanzate dei nostri soldati e ufficiali che ora stanno combattendo per difendere la Russia nell’ambito di un’operazione militare speciale. Capisco quanto sei preoccupato per i tuoi cari. Puoi essere orgoglioso di loro, proprio come l’intero paese è orgoglioso di loro e si preoccupa per te – ha affermato il presidente della Russia.

Putin ha annunciato che non ci sarebbe stato alcun reclutamento aggiuntivo di riservisti dell’esercito. – Assicuro che i coscritti non partecipano e non parteciperanno alle operazioni militari. Ha detto che non ci sarebbe stato alcun reclutamento aggiuntivo per i riservisti dell’esercito.

“Solo i professionisti sono quelli che svolgono i compiti loro assegnati”, ha aggiunto. “Sono convinto che forniranno in modo affidabile sicurezza e pace al popolo russo”, ha affermato.

READ  La guerra in Ucraina. A Mariupol sono in corso feroci combattimenti [RELACJA NA ŻYWO]

Il resto dell’articolo è disponibile sotto il video:

La Russia non vuole accettare i corpi dei soldati

Lo ha riferito il vice primo ministro ucraino Irina Vereshchuk Mosca si rifiuta di trasferire i corpi dei soldati russi. A suo avviso, il Cremlino sta cercando di nascondere l’entità delle perdite da parte sua in questo modo, secondo l’agenzia ucraina Interfax. – I russi non vogliono nemmeno negoziare su questo tema. È chiaro che credono che i corpi del loro personale militare non valgano la pena di tornare in patria e seppellirli umanamente – ha aggiunto Wereszczuk.

– Naturalmente, siamo scioccati da tale crudeltà anche nei confronti della nostra stessa gente. Ma questo non fermerà il nostro esercito. Siamo sulla nostra terra – ha confermato il vicepremier.

Più di 11.000 stato maggiore delle forze armate ucraine hanno riferito lunedì che l’esercito russo aveva perso soldati durante gli 11 giorni di aggressione contro l’Ucraina, rilevando anche perdite di equipaggiamento russo.

La parte russa è riluttante a denunciare le proprie perdite. Ha rilasciato dichiarazioni ufficiali solo una volta dall’inizio dell’invasione dell’Ucraina. Mercoledì, il ministero della Difesa russo ha annunciato, in una dichiarazione ufficiale, che dal 24 febbraio – quando la Russia ha attaccato l’Ucraina – 498 soldati russi e 1.000 soldati sono stati uccisi in queste operazioni. 597 sono rimasti feriti.

Grazie per essere con noi. Iscriviti alla newsletter di Onet per ricevere i nostri contenuti di maggior valore.

READ  Lunedì un altro round di colloqui tra Russia e Ucraina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.