Di solito stanca il cervello e gli aggiunge anni. La maggior parte di noi lo fa per ore




  1. Secondo le scoperte dei ricercatori, il cervello umano, che non è evolutivamente adattato allo strumento di messaggistica istantanea, reagisce in modo particolare durante le conversazioni tramite esso.

  2. Sicuramente “preferisce” le conversazioni faccia a faccia, perché trasmette gli impulsi nervosi molto più velocemente

  3. L’uso eccessivo della messaggistica istantanea può avere conseguenze di vasta portata, inclusa la riduzione del volume della materia grigia nel cervello

  4. Controlla come ti prendi cura della tua salute. Fai un breve test

  5. Maggiori informazioni possono essere trovate sulla home page di Onet

Il cervello “preferisce” le interazioni faccia a faccia

Un miliardo di persone in tutto il mondo utilizza già la messaggistica istantanea. WhatsApp, WeChat, Facebook Messenger: questi sono solo alcuni di essi. Ma il nostro cervello è evolutivamente pronto per questo? Una recente ricerca condotta presso l’Università di Yale suggerisce che questo non è necessariamente così.

Un team di scienziati guidato dal Prof. Joy Hirsch ha osservato l'attività cerebrale durante la messaggistica istantanea e le conversazioni faccia a faccia. I loro risultati sono stati sorprendenti: gli impulsi nel cervello durante una conversazione online venivano trasmessi molto più deboli, il che ha influenzato notevolmente il suo lavoro.

L'articolo segue sotto il video.

Il professor Hirsch ha osservato che le aree del cervello responsabili delle interazioni sociali erano notevolmente meno attive durante le chiamate Zoom. Secondo gli scienziati, il nostro cervello è sintonizzato per analizzare piccoli cambiamenti nelle espressioni facciali che possono essere facilmente notati durante le conversazioni faccia a faccia. Nel caso della comunicazione online questi incentivi sono molto più deboli.

ma questo non è tutto. Altre ricerche condotte presso l'Università di Montreal suggeriscono che la comunicazione online potrebbe avere un impatto negativo sullo sviluppo dei bambini. Lo studio ha dimostrato che la comunicazione elettronica interrompe la tipica sincronizzazione tra il cervello della madre e quello del bambino, il che può portare a disturbi nello sviluppo delle competenze sociali nei bambini.

Inoltre, gli scienziati del Chinese Teaching Hospital di Chengdu hanno notato che l’uso eccessivo della messaggistica istantanea può portare ad una diminuzione del volume della materia grigia nell’area del cervello responsabile della regolazione del comportamento e dello sviluppo della dipendenza.


  1. Una scoperta straordinaria da parte degli scienziati. La dimensione del cervello dipende dal decennio di nascita

La conclusione è che, sebbene la messaggistica istantanea sia molto popolare e sembri essere parte integrante della nostra vita, il nostro cervello potrebbe non essere completamente adattato ad essa. Abbiamo bisogno di connessioni reali e faccia a faccia con gli altri, non solo per la nostra salute emotiva, ma anche per il corretto funzionamento del nostro cervello.

Grazie per aver letto il nostro articolo fino alla fine.

Rimani informato! Lui segue Noi su Google News.





Il contenuto del sito Medonet ha lo scopo di migliorare, non sostituire, la comunicazione tra un utente e il suo medico. Il sito web è destinato esclusivamente a scopi informativi ed educativi. Prima di seguire un consiglio professionale, in particolare un consiglio medico, fornito sul Sito, è necessario consultare il proprio medico.

READ  Josep Borrell mette in guardia l'Europa. Le parole parlavano della Polonia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto