- Advertisement -spot_img
HomesportCharlotte: la nuova squadra della MLS spera di ottenere 75.000 fan in...

Charlotte: la nuova squadra della MLS spera di ottenere 75.000 fan in casa nella partita di apertura | Carlotta

- Advertisement -spot_img

un Una bella giornata nella Carolina del Nord è iniziata a dicembre 2019 con il Commissario Don Garber che è apparso a Charlotte per assegnare ufficialmente alla città il franchise MLS. Era presente anche David Tepper, il nuovo miliardario proprietario delle ferrovie Carlotta e Carolina Panthers della NFL. La giornata si è conclusa con Tipper circondato da pazzi fan di Charlotte – Letteralmente Fan del primo giorno – In un birrificio dove non era facile dire chi dalla folla fosse l’uomo che ha tagliato l’assegno per la commissione di espansione di $ 325 milioni.

Il Charlotte FC era più di un concetto teorico all’epoca. Otto mesi fa, la squadra non aveva un allenatore. Tre mesi fa, avevano un bel po’ di ragazzi. Cinque settimane fa, lo staff tecnico e i giocatori si sono incontrati per la prima volta.

Accidenti alla pestilenza, Charlotte è qui. E se non attirano ancora la tua attenzione, mireranno presto a creare un nuovo file MLS Il record di presenze per una singola partita è stato inferiore a 75.000 persone al Bank of America Stadium il 5 marzo per la partita di apertura sul loro terreno di casa.

Non è successo per caso, né è arrivato con un po’ di frustrazione lungo la strada.

“Mi sento bene, mi sento positivo”, dice Zoran Krnita, direttore sportivo del Charlotte FC. “Voglio dire, questo è un gruppo di ragazzi che si sono visti per la prima volta in tre settimane. Nessuno si conosce, più o meno”.

READ  La FIFA non vuole escludere la Russia. Lo spareggio con la Polonia potrebbe essere rinviato

Charlotte di certo non è stata noiosa durante il periodo sotto i riflettori in questa bassa stagione. Hanno acquisito una serie di giocatori interessanti, come il centrocampista spagnolo Sergio Ruiz. Christian Fox, che ha vinto il titolo di Premier League con il Leicester City; e talenti emergenti dal Sud America tra cui gli ecuadoriani Jordi Alcivar e Alain Franco, oltre al giovane attaccante brasiliano Vinicius Melo.

READ  Il club ha indicato lo striscione "Coordinate dell'attentato". Presto niente di simile

Poche settimane dopo l’apertura della pre-stagione, Charlotte aveva compilato solo uno dei tre punti giocatore specificiI posti riservati alle stelle sono esenti dalle regole di stipendio massimo della lega. Con i miliardi di Tepper e le grandi ambizioni, i fan si aspettavano un po’ di più dal loro giocatore designato finora, l’attaccante polacco Karol Swiderski.

Anche l’allenatore di Charlotte, Miguel Angel Ramirez, sembrava aspettarsi di più. Ramirez è stato sincero in un video diventato viralescegliendo la frase “estamos jodidos”, che può essere gentilmente tradotta dallo spagnolo come “abbiamo fatto un casino”.

I commenti di Ramirez sono arrivati ​​la stessa settimana in cui l’accordo da 6 milioni di dollari di Charlotte per acquisire il nazionale venezuelano Darwin Macis è fallito all’ultimo minuto quando è stato riferito che il giocatore si trovava a Charlotte pronto per essere rivelato. Si pensa che il club si sia ritirato perché Machís ha una causa attiva in Spagna incentrata su una rissa al pub.

Un altro accordo per il giocatore polacco Kamil Jowiak è fallito nello stesso periodo dopo che l’esterno si è infortunato mentre giocava per il Derby County. La delusione è arrivata due settimane dopo il fallimento di un’offerta record in campionato per l’acquisto dell’ala americana Paul Areola.

“So che i fan potrebbero essere un po’ meno impazienti e anche noi siamo delusi”, dice Krenta. “Penso che faccia parte del gioco. Questo è un gioco pieno di emozioni, pieno di emozioni. Quando le cose non vanno come vorresti, esprimi frustrazione ed emozione. Abbiamo tutto sotto controllo, tutto è positivo. “

Questi fan saranno forti. Charlotte mira a stabilire un nuovo record MLS di presenze in una singola partita. Questo record è particolarmente ricercato perché l’attuale top ten per i partecipanti MLS lo è dominato dai loro rivali nel sud-est Atlanta United. Al momento in cui scriviamo, il club è sulla buona strada per raggiungere il suo obiettivo, considerando una potenziale vendita di poco meno di 75.000 tifosi.

“Onestamente, ho passato delle notti insonni”, ammette Nick Kelly, che è stato recentemente promosso CEO di Tepper Sports & Entertainment dopo essere stato presidente di Charlotte.

“Senti, ad essere completamente onesto, è stato davvero difficile [aiming to set the attendance record]. Per creare un gioco in cui vuoi essere e far parte della storia – sì, è marketing della vecchia scuola – ma lo volevamo davvero anche noi. E l’edificio in cui ci troviamo, siamo l’unica squadra che può farlo”.

Charlotte ha già venduto più di 20.000 abbonamenti, un numero paragonabile alla piena capacità di alcuni altri stadi MLS. Il club condividerà il Bank of America Stadium con i Carolina Panthers e questo stadio ha subito Aggiornamento da 50 milioni di dollari Per ospitare il Charlotte Club, compresi gli spogliatoi progettati appositamente per la squadra di calcio. La capienza sarà ridotta a 38.000 per la maggior parte delle partite casalinghe della squadra, con i tifosi limitati alle sezioni della vasca inferiore e del club.

Nonostante una base di fan appassionati e le alte ambizioni del club, la citazione di “estamos jodidos” di Ramirez ha sollevato preoccupazioni sul fatto che Charlotte potrebbe lottare per eguagliare l’Atlanta United, che ha vinto la Coppa MLS solo nella sua seconda stagione.

“Vogliamo solo essere competitivi e costruire, e quella sarà una stagione di successo per noi”, afferma Krneta. “Non possiamo prevedere quanto vincere, perdere o pareggiare, questa è una lunga stagione. Per me, voglio che Charlotte sia un posto in cui le squadre non vogliono giocare perché sanno che avranno una dura partita. Il resto? Dobbiamo vedere cosa succede”.

Tutto inizia sabato quando volano al DC United, prima che la loro casa si apra una settimana dopo, seguito da un viaggio all’Atlanta United.

“Questo fa parte della storia e non accadrà di nuovo”, dice Kelly. “L’abbiamo fatto nel bel mezzo di una pandemia, l’abbiamo fatto in un anno. Dovremmo esserne orgogliosi”.

Pausa per un po’.

“Ma, amico, non possiamo cadere da un dirupo da cima a fondo. Non possiamo andare ad Atlanta la prossima settimana e fumare. “

- Advertisement -spot_img
- Advertisement -spot_img
Stay Connected
16,985FansLike
2,458FollowersFollow
61,453SubscribersSubscribe
Must Read
- Advertisement -spot_img
Related News
- Advertisement -spot_img

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here