Biden avverte Putin dei “costi pesanti” dell’invasione dell’Ucraina

Il presidente Joe Biden sabato ha nuovamente invitato il presidente Vladimir Putin a ritirare gli oltre 100.000 soldati russi ammassati vicino al confine con l’Ucraina e ha avvertito che gli Stati Uniti e i loro alleati “risponderebbero in modo deciso e imporrebbero costi rapidi e severi” se la Russia avesse invaso, secondo il Casa Bianca.

Biden e Putin hanno parlato per più di un’ora, il giorno dopo che il consigliere per la sicurezza nazionale del presidente degli Stati Uniti, Jake Sullivan, ha avvertito che l’intelligence statunitense mostra che un’invasione russa potrebbe iniziare entro pochi giorni e prima delle Olimpiadi invernali di Pechino il 20 febbraio.

L’amministrazione Biden ha avvertito da settimane che la Russia potrebbe presto invadere l’Ucraina, ma i funzionari statunitensi hanno precedentemente affermato che il Cremlino probabilmente aspetterà fino alla fine dei Giochi per non inimicarsi la Cina.

Sullivan ha detto ai giornalisti venerdì che l’intelligence statunitense mostra che la Russia potrebbe intraprendere un’azione militare durante le Olimpiadi.

La Russia nega di voler lanciare un attacco contro l’Ucraina.

Questo è un aggiornamento urgente di notizie. La storia precedente per l’Associated Press segue di seguito.

Sabato il presidente russo Vladimir Putin e il presidente degli Stati Uniti Joe Biden hanno fatto una telefonata ad alto rischio, mentre il mondo teso osservava e temeva che l’invasione dell’Ucraina potesse iniziare in pochi giorni.

Prima di parlare con Biden, Putin ha avuto una telefonata con il presidente francese Emmanuel Macron, che ha incontrato a Mosca all’inizio della settimana per cercare di risolvere la più grande crisi di sicurezza tra Russia e Occidente dalla Guerra Fredda. Il riepilogo della chiamata del Cremlino indicava che erano stati compiuti pochi progressi per calmare le tensioni.

La telefonata attentamente seguita tra Biden e Putin è iniziata poco dopo le 11 ed è durata più di un’ora, secondo la Casa Bianca. Biden ha ricevuto la chiamata da Camp David. Non ci sono stati dettagli immediati della discussione.

In un segno che i funzionari statunitensi si stanno preparando per uno scenario peggiore, gli Stati Uniti hanno annunciato l’intenzione di evacuare la loro ambasciata nella capitale ucraina.La Gran Bretagna si è unita ad altri paesi europei nell’invitare i propri cittadini a lasciare l’Ucraina.

READ  Hong Kong è "sopraffatta" dai casi di Covid-19 che raggiungono un livello record

La Russia ha ammassato più di 100.000 soldati vicino al confine ucraino e ha inviato truppe per condurre esercitazioni nella vicina Bielorussia, ma nega di voler lanciare un attacco contro l’Ucraina.

La tempistica di qualsiasi potenziale azione militare russa è rimasta una questione importante.

Gli Stati Uniti hanno raccolto informazioni che la Russia considera mercoledì come una data obiettivo, secondo un funzionario statunitense che conosce i risultati. Il funzionario, che non era autorizzato a parlare pubblicamente e lo ha fatto in condizione di anonimato, non ha detto quanto fossero accurate le informazioni. La Casa Bianca ha affermato pubblicamente che gli Stati Uniti non sanno con certezza se Putin fosse impegnato nell’invasione.

Tuttavia, i funzionari statunitensi hanno affermato ancora una volta che l’accumulo di potenza di fuoco della Russia vicino all’Ucraina aveva raggiunto il punto in cui avrebbe potuto invadere con breve preavviso.

La dichiarazione del Cremlino sulla telefonata Putin-Macron si riferiva a “speculazioni provocatorie su” una “presunta” invasione russa dell’Ucraina. La Russia ha costantemente negato di pianificare un’azione militare contro il suo vicino.

Putin si è anche lamentato nell’appello che gli Stati Uniti e la NATO non avevano risposto in modo soddisfacente alle richieste russe di impedire all’Ucraina di unirsi all’alleanza militare e che la NATO stava ritirando le sue forze dall’Europa orientale.

Biden ha detto che l’esercito americano non entrerà in guerra in Ucraina, ma ha promesso di imporre severe sanzioni economiche a Mosca, in coordinamento con gli alleati internazionali.

Il segretario di Stato americano Anthony Blinken ha dichiarato di aver detto sabato alla sua controparte russa che “un’ulteriore aggressione russa sarà accolta con una risposta transatlantica ferma, ampia e unita”.

Nel frattempo, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha cercato di mostrare calma osservando le esercitazioni militari di sabato vicino alla Crimea, che la Russia ha annesso all’Ucraina nel 2014.

“Non abbiamo paura, siamo senza panico, tutto è sotto controllo”, ha detto.

Anche il segretario alla Difesa statunitense Lloyd Austin e il suo omologo russo Sergei Shoigu hanno tenuto colloqui telefonici sabato.

Anche le forze britanniche che stavano addestrando l’esercito ucraino avevano pianificato di lasciare il paese. Germania, Paesi Bassi e Italia hanno invitato i loro cittadini ad andarsene il prima possibile.

READ  Non utilizzabile

Il Dipartimento di Stato degli Stati Uniti ha dichiarato sabato nel suo avviso di viaggio che alla maggior parte del personale statunitense dell’ambasciata di Kiev è stato ordinato di andarsene e che anche altri cittadini statunitensi dovrebbero lasciare il paese.

Altre tensioni sono emerse sabato tra gli Stati Uniti e la Russia quando il Dipartimento della Difesa ha convocato l’addetto militare dell’ambasciata statunitense dopo aver affermato che la Marina aveva avvistato un sottomarino statunitense nelle acque russe vicino alle Isole Curili nell’Oceano Pacifico. Il ministero ha affermato che il sottomarino ha rifiutato l’ordine di partire ma è partito dopo che la marina ha utilizzato “mezzi appropriati” non specificati.

In aggiunta al senso di crisi, il Pentagono ordinò l’invio in Polonia di ulteriori 3.000 soldati americani per rassicurare gli alleati.

Il consigliere per la sicurezza nazionale di Biden, Jake Sullivan, ha affermato che gli americani in Ucraina non dovrebbero aspettarsi che l’esercito americano li soccorra se il trasporto aereo e ferroviario fosse stato interrotto dopo l’invasione russa.

Diversi alleati della NATO, tra cui Gran Bretagna, Canada, Norvegia e Danimarca, hanno anche chiesto ai loro cittadini di lasciare l’Ucraina, così come la Nuova Zelanda, alleata non NATO.

Sullivan ha affermato che l’azione militare russa potrebbe iniziare con attacchi missilistici e aerei, seguiti da un’offensiva di terra.

“La Russia ha tutte le forze necessarie per intraprendere un’importante azione militare”, ha affermato Sullivan, aggiungendo che “la Russia potrebbe scegliere, in brevissimo tempo, di avviare un’importante azione militare contro l’Ucraina”. Ha detto che la portata di una tale invasione potrebbe variare da un’incursione limitata a un attacco a Kiev, la capitale.

La Russia ha deriso i discorsi americani sull’urgenza.

“L’isteria alla Casa Bianca è più indicativa che mai”, ha affermato Maria Zakharova, portavoce del ministero degli Esteri russo. Gli anglosassoni hanno bisogno di una guerra. Ad ogni costo. Provocazioni, disinformazione e minacce sono il modo preferito per risolvere i loro problemi”.

Zakharova ha affermato che il suo paese ha “migliorato” il personale della sua ambasciata a Kiev in risposta alle preoccupazioni su possibili operazioni militari da parte ucraina.

READ  Le Nazioni Unite hanno condannato la Russia. Cinque paesi hanno votato contro la risoluzione

Oltre alle oltre 100.000 truppe di terra, affermano i funzionari statunitensi, che la Russia si è ammassata lungo i confini orientali e meridionali dell’Ucraina, i russi hanno schierato forze missilistiche, aeree, navali e per operazioni speciali, nonché rifornimenti per continuare la guerra. Questa settimana, la Russia ha spostato sei navi d’assalto anfibie nel Mar Nero, aumentando la sua capacità di sbarcare i marines sulla costa.

Il forte avvertimento di Sullivan ha accelerato i tempi previsti per una possibile invasione, che molti analisti pensavano fosse improbabile fino a dopo la fine delle Olimpiadi invernali in Cina il 20 febbraio. La combinazione dell’aumento delle forze russe ai confini dell’Ucraina e di indicazioni di intelligence non specificate ha portato l’amministrazione ad avvertire che la guerra potrebbe iniziare in qualsiasi momento, ha affermato Sullivan.

“Non possiamo individuare il giorno a questo punto e non possiamo individuare l’ora, ma questa è una possibilità molto chiara”, ha detto Sullivan.

Biden ha rafforzato la presenza militare statunitense in Europa per rassicurare gli alleati sul fianco orientale della NATO. Altri 3.000 soldati a cui è stato ordinato di entrare in Polonia sono arrivati ​​​​oltre a 1.700 soldati diretti lì. L’esercito americano sta inoltre trasferendo 1.000 soldati dalla Germania alla Romania, che come la Polonia condivide il confine con l’Ucraina.

La Russia chiede all’Occidente di tenere l’ex Unione Sovietica fuori dalla NATO. Vuole anche che la NATO si astenga dal dispiegare armi vicino ai suoi confini e respinga le forze della coalizione dall’Europa orientale – richieste che l’Occidente ha categoricamente respinto.

Russia e Ucraina sono state bloccate in un aspro conflitto dal 2014, quando il leader ucraino amico del Cremlino è stato estromesso dall’incarico a causa di una rivolta popolare. Mosca ha risposto annettendo la Crimea e poi sostenendo un’insurrezione separatista nell’Ucraina orientale, dove i combattimenti hanno ucciso più di 14.000 persone.

Un accordo di pace del 2015 mediato da Francia e Germania ha contribuito a fermare battaglie su larga scala, ma sono continuate scaramucce regolari e gli sforzi per raggiungere una soluzione politica hanno vacillato.

___

Madani ha riferito da Washington. Anche gli autori dell’Associated Press Matthew Lee a Washington e Mark Lewis a Stavanger, in Norvegia, hanno contribuito a questo rapporto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.