Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Covid. Folle e assembramenti a San Leone e a Ribera

Covid. Folle e assembramenti a San Leone e a Ribera

Folla e assembramenti nel pomeriggio di domenica nella località balneare di San Leone. Stesso analogo scenario sul lungomare di Seccagrande, a Ribera. Gli agrigentini vista anche la bella giornata di sole, con delle temperature primaverili, si sono riversati nelle zone balneari, per una passeggiata e bere l’aperitivo seduti ai tavolini all’aperto dei bar. In particolare è aumentata via via la fila di auto in entrata per San Leone, per lo più avventori diretti nei locali sul mare della zona, e per passeggiate sul lungomare.

“Seguo con apprensione la situazione di San Leone. Nonostante le ordinanze e l’appello alla popolazione, vedo che nessuno ha compreso le motivazioni dei provvedimenti anti contagio che avevamo preso. Il passaggio della Sicilia in zona Gialla è stato interpretato come un ‘liberi tutti’, cosa che in effetti non c’è. Il virus è ancora tra di noi e non abbiamo mezzi e strutture per fare fronte a un contagio di massa. Abbiamo invitato di persona i giovani ad evitare assembramenti. Abbiamo emesso le ordinanze restrittive, abbiamo multato e chiuso i locali. Ma non basta. La gente, con questi comportamenti, ci costringe a fare ancora di più”. Afferma il sindaco di Agrigento Franco Micciché.

“Mi amareggiano le speculazioni di chi sfrutta la situazione per critiche alla mia amministrazione, ma ricordo che non siamo in uno stato di polizia, e non si possono disperdere le migliaia di persone, che si sono riversate a San Leone con i manganelli o con i gas lacrimogeni – continua il primo cittadino -. E’ un problema che purtroppo in altre città del Sud, del Centro e del Nord si sta verificando, provocando un aumento dei contagi, e un passaggio delle zone da Gialla ad Arancione o Rossa. Non vorrei che anche qui finisse così”.

“Potrei prendere decisioni molto drastiche, ma che intaccherebbero purtroppo la categoria degli esercenti, che invece ritengo utili per aiutarmi a gestire la prevenzione sanitaria. Ripeto – conclude -, eventuali soluzioni drastiche ed impopolari per colpa di chi non ha rispetto per se stessi e per gli altri. A voi le conclusioni”.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su