Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Agrigento, droga spedita via posta: tre giovani all’abbreviato

Agrigento, droga spedita via posta: tre giovani all’abbreviato

Droga spedita con un pacco postale dall’Olanda per essere spacciata fra Agrigento e Porto Empedocle. Coinvolti tre giovani, due uomini e una donna. I legali difensori dei tre, gli avvocati Serena Gramaglia e Davide Casà hanno chiesto e ottenuto il giudizio abbreviato dal Gup del Tribunale di Agrigento, Alessandra Vella. Il processo è stato rinviato al 26 maggio prossimo.

Sul banco degli imputati Gerlando Romano, 22 anni, di Agrigento, Martina Moneta, 20 anni, nata ad Augusta, ma residente ad Agrigento, e Vincenzo Cappello, 27 anni, di Porto Empedocle. Le indagini che hanno portato i tre giovani ad essere iscritti sul registro degli indagati sono state condotte sul “campo” dai carabinieri della Compagnia di Agrigento.

Cappello, il 20 agosto dell’anno scorso, era stato arrestato dopo avere ritirato, in casa, dalle mani di un corriere un pacco proveniente dall’Olanda, contenente cinque panetti di hashish, del peso di cento grammi ciascuno. Tre giorni prima, Romano e Moneta, nel corso di un controllo domiciliare nel capoluogo, sono stati trovati con una pianta di marijuana alta circa un metro, ad inizio fioritura, 72,30 grammi di hashish, suddivisi in 24 bustine in cellophane, chiuse ermeticamente, e un altro pezzo, di 1,5 grammi di “fumo”, contenuto in una confezione in plastica trasparente.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su