Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Agrigento. “Hanno massacrato di botte un 55enne”: arrestati due fratelli

Agrigento. “Hanno massacrato di botte un 55enne”: arrestati due fratelli

Massacrato di botte davanti casa, da due giovani, che dopo l’aggressione si sono allontanati velocemente. Vittima un 55 enne di Agrigento, finito in ospedale con dei traumi sparsi sul corpo. I poliziotti della sezione Volanti della Questura di Agrigento, in seguito ad un’indagine “lampo” hanno rintracciato, e arrestato i due presunti autori del pestaggio, con l’accusa di lesioni aggravate in concorso. Si tratta di due fratelli, rispettivamente di 24 e 19 anni, entrambi agrigentini, finiti agli arresti domiciliari.

Il giudice monocratico del Tribunale di Agrigento Manfredi Coffari, accogliendo le tesi del difensore degli indagati, l’avvocato Teresa Alba Raguccia, non ha convalidato l’arresto (per la trascorsa flagranza del reato), e disposto l’immediata scarcerazione dei due indagati. Il fatto è avvenuto, l’altro giorno, nella zona di contrada “Cugno Vela”, nel quartiere di Villaseta. Secondo l’accusa i due fratelli, per delle questioni personali, avrebbero raggiunto l’abitazione del cinquantacinquenne.

Avrebbero avuto con lui una discussione, e da lì a pochi minuti, la situazione è precipitata. All’improvviso è stato colpito con violenza con un casco da motociclista, per poi essere stordito con un tondino di ferro. Il ferito è stato trasportato al pronto soccorso dell’ospedale “San Giovanni di Dio”. Il personale medico gli ha diagnosticato un trauma cranico, e una lesione ad una mano, giudicate guaribili con una prognosi di 30 giorni.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su