Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Accusato di aver violentato la figlia minore, all’indagato concessi i domiciliari

Accusato di aver violentato la figlia minore, all’indagato concessi i domiciliari

Il Gip del Tribunale di Agrigento, Alessandra Vella, ha accolto la richiesta dell’avvocato Angela Porcello (nella foto), ed ha revocato la detenzione in carcere, sostituendola con gli arresti domiciliari e l’applicazione del braccialetto elettronico, a carico del 43enne, bracciante agricolo di Canicattì, arrestato nei giorni scorsi, con l’accusa di aver abusato sessualmente, in almeno tre occasioni, della figlia minorenne. L’uomo ha lasciato la Casa circondariale di San Cataldo, e retterà ai domiciliari nella casa dei suoceri, che vivono fuori la provincia di Agrigento.

L’ordinanza di custodia cautelare, era stata chiesta ed ottenuta dal sostituto procuratore Gloria Andreoli, che ha coordinato la delicatissima inchiesta. La ragazzina, poco meno che quattordicenne, è stata allontanata dalla casa, e adesso si trova, in una comunità protetta L’arresto del bracciante agricolo è stato eseguito, la mattinata de giorno dell’Immacolata, dai carabinieri della Compagnia di Canicattì.

Una vicenda che si basa sull’accusa della stessa minore che, con non poche difficoltà, ha confermato i fatti. Gli abusi sarebbero andati avanti nei primi mesi dell’anno in corso, e consumati in assenza della madre, e degli altri familiari. Denunciati però solo quando la ragazzina ha deciso di confidare ad un’amichetta la presunta violenza. La coetanea, e la madre di quest’ultima, avrebbero segnalato i fatti ai carabinieri. Da lì a poco sono state avviate le indagini, nel corso delle quali, è stata sentita anche la presunta vittima.

L’indagato, durante il drammatico interrogatorio di garanzia, davanti al Gip e Pm, in lacrime ha respinto le accuse. La difesa dell’indagato ha anche prodotto alcuni documenti, in seguito ad indagini difensive, che entrerebbero in contrasto con la versione raccontata dalla minore: “Nessuna violenza sessuale è stata consumata”.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su