Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Canicattì > Canicattì, emergenza Covid: altri 4 nuovi casi. Chiuse tutte le scuole

Canicattì, emergenza Covid: altri 4 nuovi casi. Chiuse tutte le scuole

Altri 4 casi di positività al Covid-19 a Canicattì. Fortunatamente stanno tutti abbastanza bene, e si trovano in isolamento presso il proprio domicilio. Comunicata l’avvenuta guarigione di due soggetti che nelle scorse settimane erano risultati positivi. I numeri del contagio, purtroppo, continuano ad aumentare, per tale motivo è necessario, più di prima, essere prudenti e adottare tutte le precauzione del caso. Gli attuali positivi a Canicattì sono 80.
Il sindaco di Canicattì, Ettore Di Ventura,  ha disposto la sospensione delle attività didattiche in presenza in tutte le scuole di competenza comunale: Istituto Comprensivo “Giovanni Verga”; Istituto Comprensivo “Mario Rapisardi”; Istituto Comprensivo “Sen. Gangitano”; Circolo Didattico “Don Bosco”.
La decisione è motivata dall’aumento dei casi accertati che, dai primi giorni di novembre, sono 50, tanti dei quali riscontrabili proprio nei contesti scolastici.
In attesa di risposte dagli organi regionali e sanitari cui,  è stata inviata una nota per richiedere uno screening di massa agli studenti e al personale didattico nelle suddette scuole, il primo cittadino ha deciso l’immediata chiusura degli istituti da domani 9 al 13 novembre come misura precauzionale ad una eventuale, temuta, propagazione dei contagi. L’Ordinanza è stata trasmessa a tutti i dirigenti scolastici e alla Prefettura.
“E’ necessario che tutta la Comunità prenda coscienza della delicatezza del momento e che ci sia la consapevolezza che Canicattì non può permettersi comportamenti leggeri o avventati. Voglio ricordarvi di uscire da casa solo per necessità, di evitare gli assembramenti e di usare correttamente le mascherine. Chiunque avverta sintomi riconducibili a sospetto contagio Covid, inoltre, non deve uscire da casa, quindi né recarsi al Pronto Soccorso, nell’ambulatorio del proprio medico o in farmacia, incontrare altre persone, ma telefonare tempestivamente al proprio medico curante o ai numeri utili 1500 oppure 112 o 118 o al numero verde regionale 800 45 87 87, attivo 24 ore su 24″, conclude il primo cittadino.
Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su