L’UE cambia le regole sui pagamenti in contanti Alcuni lanciano l'allarme. C'è qualcosa da temere?

Il Parlamento europeo ha adottato un pacchetto di leggi per rafforzare gli strumenti dell’UE contro il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo. Quando una delle parti coinvolte nella transazione è un uomo d'affari I pagamenti in contanti possono essere effettuati solo fino a 10.000 PLN. Euro.

Inoltre, una persona che paga più di 3.000 PLN in contanti riceverà un simbolo dell'Euro per vari servizi o prodotti. Vale la pena notare che i nuovi regolamenti entreranno in vigore nel 2027 e la decisione del Parlamento europeo è una delle fasi della procedura che deve ancora essere approvata dal Consiglio.

Il resto dell'articolo è sotto il video

Guarda anche: Gursky tornerà a Bruxelles? “È sicuramente un risarcimento.”

“Non è questione di sorveglianza”

Tuttavia, dopo la notizia del voto al Parlamento europeo, sono arrivati ​​centinaia di commenti da parte dei lettori che affermavano che l'UE fosse un “Euro-kolkhoz”. Alcuni scrivono anche di monitorare e di “mettere al primo posto gli interessi delle banche”.

– Sono anni che perdiamo la nostra privacy. Quando pubblichiamo consapevolmente foto sui social media, colleghiamo i nostri telefoni alle stazioni base o camminiamo per la città, vengono registrati dalla CCTV per motivi di sicurezza. Non si tratta quindi di sorveglianza. Fa parte dello sviluppo tecnologico – Risponde Robert Laniewski, presidente della Fondazione per lo sviluppo delle transazioni senza contanti.

Aleksander Pawlak, presidente di Tavex, che commercia metalli preziosi e valute in più di 60 paesi, parla di “idee sovrastimate”.

Il tracciamento è escluso, ma l'obbligo di identificazione per le transazioni superiori a 3.000 PLN ostacola le transazioni in contanti. Euro. I negozi di bricolage o di elettronica non accettano più contanti per acquisti di grandi dimensioni – Giudici.

Acquistare solo con la carta?

Come saranno nella pratica le nuove norme? Alexander Pavlak lo spiega usando l'esempio dell'acquisto di una TV costosa in un negozio e della ristrutturazione di un appartamento.

Spesso un negozio richiede che una persona “lotti contro il riciclaggio di denaro”. Verifica il cliente e segnala la transazione all'agenzia appropriata. L'intero processo può richiedere diverse ore perché qualcuno deve identificare la transazione. Lo hanno scoperto le banche e le finanziarie, è il fondamento della nostra attività, ma per i negozi è un altro costo e rende difficile il lavoro – dice il nostro interlocutore.

La situazione può essere simile nel caso della ristrutturazione o della finitura di un appartamento, che spesso costa più di 3.000 o 10.000 PLN. Euro.

15mila non serviranno a cancellare i soldi in PLN per la ricostruzione di Borman. Ora tali imprenditori, ad es. Emette una fattura per 50.000 PLN. Il PLN paga le tasse e l'ufficio delle imposte sa tutto. Tuttavia, in caso di pagamento con carta, il caposquadra deve noleggiare un terminale e tenere conto che il denaro verrà accreditato il giorno dopo. Per evitare queste regolamentazioni si può frazionare le fatture, il che equivale a creare una realtà parallela ed evitare le regolamentazioni – spiega il responsabile della Tavex.

Robert Łaniewski è meno critico nei confronti dei cambiamenti.

– Il commercio può certamente far fronte alle nuove esigenze, ma non può essere sopravvalutato. I clienti non entrano in un negozio ogni giorno e pagano in contanti per una TV. Il pagamento o il trasferimento con carta è sicuro – Giudici.

Spesso la ristrutturazione avviene senza un'adeguata documentazione, questa non è una regola, ma dovrebbe essere chiaramente indicata. Le persone normali rispettose della legge non devono preoccuparsi di nulla – sottolinea.

Grande acquisto? “La maggior parte delle persone non usa il denaro.”

Dal punto di vista dei consumatori polacchi ed europei, questi non sono cambiamenti fondamentali. La Banca Centrale Europea ha indicato che il numero di transazioni in contanti diminuirà dal 72 al 59% nel 2019-2022. È stata accelerata dalla pandemia, ma la tendenza era già stata vista prima. La maggior parte delle persone non usa i contanti per grandi acquisti – Insiste l'esperto PIE.

Secondo il rapporto NBP sui trasferimenti di denaro in Polonia nel 2022, la metà degli intervistati (50,9%) ha dichiarato di effettuare più spesso transazioni non in contanti rispetto a quelle in contanti.

Tuttavia, da una ricerca commissionata da Tavex emerge che il 38% dei polacchi preferisce pagare. Tuttavia, anche se i polacchi preferiscono pagare senza contanti, per loro è importante la possibilità di scegliere.

“Nonostante la quota ridotta del contante nel traffico dei pagamenti, circa il 50% degli intervistati ritiene che sia importante o molto importante pagare sempre in contanti quando si effettuano acquisti, anche se non si utilizza questo strumento quotidianamente,” diceva il rapporto. NBP.

Limitare la propria libertà e rinunciare al denaro è fuori questione. Anzi. La Banca nazionale polacca ha sviluppato una strategia di circolazione del contante che in Polonia viene presa molto sul serio. Come consumatori, dovremmo avere il diritto di scegliere tra diversi strumenti di pagamento. Usiamo carte, Blik o trasferimenti. Il mercato deciderà cosa è meglio per lei – dice Robert Laniewski.

Marcin Klucznik stima che i limiti imposti dal Parlamento europeo si applichino a meno del 2%. Transazioni in contanti. – La maggior parte dei pagamenti in contanti nell'UE comporta importi modesti. Dal punto di vista di un profano, non cambia nulla. Anche i giovani vogliono avere la possibilità di pagare in contanti, ma in realtà lo usano raramente. Un ipotetico allontanamento dal contante potrebbe verificarsi semplicemente quando diventerà popolare, afferma un analista del PIE.

READ  40 La migliore Dispenser di sapone del 2022 - Non acquistare una Dispenser di sapone finché non leggi QUESTO!

Le banche coglieranno questa opportunità?

Alexander Pavlak teme una situazione del genere. Il leader della Tavex ritiene che le cosiddette transazioni in contanti potrebbero diminuire. – Andiamo a fare un giro. Meno contanti riceviamo, più spesso paghiamo con la carta. Egli ritiene che ciò possa essere evitato non introducendo tali regolamenti.

Tuttavia non vede una minaccia immediata di ritiri, ma ritiene che i limiti potrebbero essere abbassati nel corso degli anni.

– Il ritiro improvviso del denaro incontrerà una grande resistenza da parte della società – sottolinea l'interlocutore di money.pl.

Piotr Bera, giornalista di money.pl

Valuta la qualità dei nostri articoli:

Il tuo feedback ci aiuta a creare contenuti migliori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto