Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Agrigento, 5 feriti bilancio finale disordini al centro di accoglienza

Agrigento, 5 feriti bilancio finale disordini al centro di accoglienza

Il bilancio finale dei disordini al centro di accoglienza per migranti in quarantena, in viale Cannatello, alla periferia di Agrigento è di cinque feriti, tre poliziotti e due tunisini, e danni per migliaia di euro. E alcuni abitanti agrigentini, ieri notte, hanno allertato il 112. I sei migranti in fuga si erano nascosti all’interno di una villetta, nella zona della “Mosella”. Prima dell’arrivo dei carabinieri si sono dileguati.

“Non è più tollerabile che lo Stato, questo governo giallorosso, scarichino così ogni responsabilità nella gestione dei migranti in Sicilia. È inevitabile che questi centri illegali diventino polveriere pronte ad esplodere in piena emergenza sanitaria”. Lo ha afferma il presidente della IV Commissione dell’Ars, Giusy Savarino .

“Ora basta, sono mesi che segnaliamo alla Prefettura, che questo centro di accoglienza, si trova in una zona, dove non dovrebbe stare, perché è una zona ad alta densità commerciale – dice il sindaco Lillo Firetto -. E’ evidente che bisogna trovare soluzioni diverse. Mi prendo la responsabilità di non essere salito sui tavoli a gridare, ma adesso dopo questo ulteriore episodio, è evidente che il livello di tensione anche del Comune sale, e rappresenteremo in forma ancor più energica lo stato di sofferenza, che stanno vivendo quelle attività commerciali. Episodi come questo diventano non sopportabili”.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su