Tu sei qui
Home > Politica > Niente distribuzione in 4 Comuni agrigentini. “Adesso basta, pronti a tutto per avere l’acqua”

Niente distribuzione in 4 Comuni agrigentini. “Adesso basta, pronti a tutto per avere l’acqua”

Il Tre Sorgenti, dopo avere impiegato 4 giorni per fare le riparazioni, e dopo altre 24 ore di mancato arrivo di acqua, ha consentito alla gestione Commissariale di “Girgenti Acque” di immettere soltanto 30 l/s a fronte degli 80 necessari per i Comuni di Naro, Grotte, Racalmuto e Castrofilippo.

“Così non può essere effettuata la distribuzione in nessuno dei quattro Comuni. Con tale ridotta portata non può nemmeno essere attivato il sollevamento per Naro che rischia di rimanere quindi completamente a secco.
Io non so più cosa fare. Domani presenterò denunzia penale chiedendo di accertare gli eventuali requisiti del reato di interruzione di pubblico servizio e di abuso di ufficio a carico del Consorzio Tre Sorgenti e degli altri enti preposti”, ha detto il sindaco di Naro, Maria Grazia Brandara.

Nel frattempo il Comune di Naro aderirà alla class action che sta promuovendo il Codacons contro gli enti preposti alla gestione idrica che hanno lasciato a secco i rubinetti dei cittadini Naresi. Ciò si aggiunge alla denuncia penale per l’eventuale accertamento dei reati di interruzione pubblico servizio e di abuso d’ufficio.

“Intanto, invito i cittadini ad aderire alla class action! Inoltre, se la situazione di crisi idrica dovesse persistere, organizzerò una manifestazione pubblica nella nostra Città, invitando anche i cittadini di Castrofilippo, Grotte e Racalmuto, con i Sindaci in testa, per avere l’acqua che ci negano! A breve comunicheremo dove sarà istituito uno sportello a tutela dei consumatori più deboli”, conclude il primo cittadino di Naro.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su