Tu sei qui
Home > Attualità > Agrigento, guerra agli sporcaccioni. Firetto: “Tolleranza zero”

Agrigento, guerra agli sporcaccioni. Firetto: “Tolleranza zero”

L’amministrazione comunale di Agrigento ha dichiarato guerra agli sporcaccioni. Solo nello scorso fine settimana sono state multate 12 persone per avere abbandonato i rifiuti senza le necessarie disposizioni. La Polizia municipale ha messo sotto la lente di ingrandimento, in particolare, la borgata di San Leone, dove al momento si registra un gran movimento di persone e, dove i residenti sono oltre 10mila.

Il sindaco, Lillo Firetto, in un post ha bacchettato gli sporcaccioni che, purtroppo, aumentano giorno dopo giorno.
“Vi organizzate – dice Firetto – già un po’ di tempo prima. Ci andate da soli. O in compagnia. Programmate quando uscire e dove andare. Cercate il posto più strategico, nascosto. Oppure il luogo più vicino ma di notte, quando tutti dormono. Li caricate nei portabagagli dell’auto e li abbandonate nei posti più frequentati o in aperta campagna. Riempite di puzza la macchina e poi li lanciate al volo dopo il primo incrocio. Vi guardate intorno per vedere se ci sono telecamere o vigili che possono cogliervi sul fatto. Pensate di averla fatta franca come dei criminali e vi sentite sollevati. Ma a differenza loro, voi il giorno dopo siete punto e a capo e dovete di nuovo preoccuparvi di programmare l’uscita, di cercare il punto strategico, al riparo dagli sguardi, di caricare l’auto soffocando dal fetore e di lanciare un nuovo carico di schifezze. Vi sentite furbi. Invece state facendo un danno alla città, a quella stragrande maggioranza di cittadini onesti e per bene che non soltanto differenziano i rifiuti ma lo fanno nel modo più corretto. State facendo un danno anche economico a vostro fratello, al vostro parente, ai vostri amici che differenziano i rifiuti e sono costretti a pagare il costo della bonifica dei luoghi che voi sporcate e del conferimento in discarica. Fregandovene di tutto questo, credete di aver vinto. Ma la sapete una cosa? Io non mi arrendo. Perché il servizio della differenziata è un pezzo fondamentale del cambiamento di questa città. Le forze dell’ordine e i sistemi di videosorveglianza ci aiuteranno a scovarvi uno a uno, per punirvi con le sanzioni che meritate. Ci vorrà tempo. Forse molto tempo. Alla fine vincerà Agrigento. Non voi. Vincerà la gente perbene”.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su