Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Licata, pistole a carabine alterate: scatta sequestro e denuncia

Licata, pistole a carabine alterate: scatta sequestro e denuncia

A conclusione di minuziose indagini, i poliziotti del Commissariato di Pubblica sicurezza di Licata, hanno denunciato  un licatese, a piede libero ,alla Procura della Repubblica di Agrigento per il reato di detenzione abusiva di armi da sparo, già destinatario della misura di prevenzione dell’Avviso Orale del Questore di Agrigento, Rosa Maria Iraci.
Le indagini scaturivano da un’attività info investigativa rivolta alla prevenzione ed alla repressione dei reati in materia di armi, munizioni ed esplosivi svolta dal Commissariato di Licata.

Dopo un’attenta attività di osservazione si procedeva alla perquisizione di un immobile, che permetteva di rinvenire 33 pistole da bersaglio da sala, riproduzioni in metallo di armi vere e 4 carabine ad aria compressa, verosimilmente a modesta capacità offensiva di libera vendita.
Le armi venivano inviate presso il Gabinetto Regionale Polizia Scientifica di Palermo per gli accertamenti di rito che permettevano di riscontrare alterazioni tali, da renderle altamente pericolose e potenzialmente lesive.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su