Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Canicattì > Canicattì, l’Ipab Burgio Corsello diventi centro per la cura dei pazienti affetti da Coronavirus.

Canicattì, l’Ipab Burgio Corsello diventi centro per la cura dei pazienti affetti da Coronavirus.

Adibire l’Ipab Maria Burgio Corsello di Canicattì a sede per la cura dei contagiati da coronavirus. E’ questo quanto chiedono i componenti del comitato cittadino che da anni chiede la riapertura della struttura che ospitava anziani ed immigrati. Lo hanno fatto con una lettera inviata al Presidente della Regione Nello Musumeci, all’assessore alla salute Ruggero Razza, al direttore generale dell’Asp di Agrigento Alessandro Mazzara ed al sindaco di Canicattì, Ettore Di Ventura. “Il comitato- è scritto nella lettera- facendosi interprete dello stato di emergenza nel campo della sanità dopo la pandemia di Covid 19, pone all’attenzione delle autorità sanitarie regionali e provinciali l’opportunità di adibire l’Ipab Maria Burgio Corsello a sede per la cura dei malati di Coronavirus. Si tratta- continua la nota- di un luogo che dispone di circa 100 posti letto, cucine interne, camere, infermeria, che un tempo, prima della chiusura veniva utilizzato per il ricovero di persone anziane ed immigrati che giungevano sulle coste agrigentine con gli sbarchi.  Sicuri di avere dato un contributo-concludono i componenti del comitato e tra questi l’avvocato Giovanni Salvaggio, l’ex presidente del consiglio comunale Luigi Cilia e l’ex consigliere comunale Leonardo Di Stefano- attendiamo che questa richiesta possa essere fatta propria dalle autorità politiche locali per portarla all’attenzione del Governo Regionale”

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su