Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Canicattì > Canicattì, strage di cani e gatti randagi. Sopralluogo dei carabinieri nelle vie interessate da questo preoccupante fenomeno.

Canicattì, strage di cani e gatti randagi. Sopralluogo dei carabinieri nelle vie interessate da questo preoccupante fenomeno.

Cani e gatti avvelenati nelle zone tra le vie Napoli e Trabia nel quartiere antico di Borgalino. Sul posto sono stati i carabinieri della locale compagnia, i vigili urbani e l’ufficiale sanitario dell’Asp dopo che si era diffusa la voce che nella notte fossero stati avvelenati altri randagi. Per fortuna così non è stato, ma durante il sopralluogo le forze dell’ordine hanno intimato al proprietario di un vecchio stabile, diventato rifugio di cani e gatti randagi di mettere in sicurezza il palazzo che rischia di venire giù da un momento all’altro. Una diffida nei confronti dell’uomo che avrà sessanta giorni di tempo per adempiere altrimenti ci penserà il comune ad intervenire addebitando a lui le spese. Sul fronte delle indagini, dopo l’ultima strage di randagi avvenuta in quelle zone della città, non si registrano sostanziali novità. Ma quanto si è verificato è davvero preoccupante.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su