Tu sei qui
Home > Politica > Zone Franche Montane, Ars approva il disegno di legge. Soddisfazione del deputato Pullara

Zone Franche Montane, Ars approva il disegno di legge. Soddisfazione del deputato Pullara

L’Ars ha approvato il disegno di legge-voto sulle zone Franche Montane. Per avere concreta attuazione la legge dovrà adesso essere esaminata ed approvata dal Parlamento nazionale. “Seguiremo l’iter di questa norma in quello che sarà il suo percorso al parlamento nazionale”, ha detto in aula l’assessore alle Attività produttive Mimmo Turano che ha ringraziato le forze politiche per il sostegno trasversale al ddl. Il voto al ddl è arrivato ad unanimità con il “sì” dei 55 deputati presenti. Subito dopo il Pd ha chiesto, con un ordine del giorno approvato dall’aula come “raccomandazione”, l’impegno del governo a non tagliare fondi ai comuni montani nell’ambito della prossima manovra. Nello spazio di Sala d’Ercole riservata al pubblico, durante i lavori d’aula erano presenti sindaci ed amministratori di diversi comuni montani siciliani. Ma adesso che la legge c’è è necessario passare dalle enunciazioni di principio ai fatti. L’approvazione della norma è stata possibile perchè priva di spesa. E’ una norma storica perchè stabilisce un principio mai stabilito per legge prima e mette i cittadini ‘svantaggiati’ dall’essere nati e abitanti nelle comunità montane al centro di una azione di perequazione. Ma perchè questo diventi concretamente fattivo serve che si proceda in raccordo con lo Stato.

L’approvazione, ieri, in Assemblea Regionale del Disegno di Legge Regionale, che istituisce le zone franche montane in Sicilia – dice l’On.le Carmelo Pullara, Capogruppo Popolari e Autonomisti – Idea Sicilia – è una risposta concreta allo spopolamento delle zone montane siciliane, con l’obiettivo preciso di favorire il miglioramento della qualità della vita di popolazioni, che, da anni, subiscono disagi, se non una vera e propria emarginazione economica.

 

Il DLR – prosegue Pullara – arresta l’esodo delle attività imprenditoriali dalle zone montane con misure di natura agevolativa, volte alla riduzione degli oneri fiscali per le attività imprenditoriali svolte in queste zone e nello stesso tempo è indirizzata ad attrarre nuovi investimenti e insediamenti produttivi, promuovendo in modo efficace il ritorno alle assunzioni in attività di impresa, proprio per bloccare l’emigrazione.

Questo DLR – conclude Pullara – è il primo di una serie di iniziative legislative volte alla corretta applicazione dello Statuto siciliano e di una nuova negoziazione dei rapporti con lo Stato per quanto riguarda la destinazione della spesa economica. Ieri, infatti, è stata messa in campo un’iniziativa importante che risponde, con misure autentiche alle richieste di sostegno alle 132 comunità montane siciliane, in particolare quelle agrigentine a me vicine (Burgio, Naro, Bivona, Lucca Sicula, Grotte, Alessandria Della Rocca, Casteltermini, San Giovanni Gemini, Cammarata Santo Stefano Quisquina e Caltabellotta). Un successo frutto di un percorso seguito con rigore e coerenza iniziato già da qualche anno e di cui mi ero fatto portavoce già in campagna elettorale”.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su