Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Accoltellò giovane, inflitti 5 anni ad agrigentino

Accoltellò giovane, inflitti 5 anni ad agrigentino

Complessivi 5 anni di reclusione sono stati inflitti al riberese Stefano Scoma, 26 anni, riconosciuto colpevole del tentato omicidio, nei confronti di un altro giovane del luogo. La condanna diventa definitiva con la sentenza della Cassazione. Non ha trovato accoglimento il ricorso della difesa del riberese.

Confermata la sentenza della terza sezione penale della Corte di Appello di Palermo, che aveva riformato parzialmente la sentenza di primo grado del giudice Antonino Cucinella del Tribunale di Sciacca. Nello stesso procedimento era stato già assolto per non aver commesso il fatto Vincenzo Scoma, fratello dell’imputato.

Il fatto risale all’ottobre del 2015. I fratelli Scoma erano stati arrestati dai carabinieri della Tenenza di Ribera, pochi minuti dopo una partita a biliardo dentro una sala giochi del centro, che rischiò di trasformarsi in tragedia.

Durante una discussione, Vincenzo Scoma avrebbe tirato fuori un coltello a serramanico, poi strappatogli di mano dal fratello Stefano, che accoltellò alla schiena un loro compaesano, perforandogli un polmone.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su