Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Alimenti scaduti e interrati, condannato imprenditore empedoclino

Alimenti scaduti e interrati, condannato imprenditore empedoclino

La denuncia partì da alcuni dipendenti del Centro distribuzione alimentare di contrada “San Benedetto”. Centinaia di confezioni di latte, e altri prodotti alimentari scaduti, interrati dopo essere state bruciate. E l’acqua a causa dello smaltimento abusivo, è andata ad inquinare il sottosuolo, e le falde acquifere.

La scoperta della discarica nel novembre del 2011. Adesso a distanza di anni, il giudice monocratico del Tribunale di Agrigento, Agata Genna, ha condannato a 2 anni di reclusione l’imprenditore empedoclino Giuseppe Burgio, e a 10 mesi l’operaio Beniamino Lauricella e lo storico socio di Burgio, Michele Pecorelli.

Il collegio di avvocati difensori, composto da Carmelita Danile, Angelo Sutera e Giuseppe Scozzari, ha già preannunciato ricorso davanti alla Corte d’Appello contro questa sentenza di primo grado.

Pubblicità Lirenas Gas

Articoli Simili

Su