Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Migranti, sabato una maglietta rossa per fermare l’emorragia di umanità

Migranti, sabato una maglietta rossa per fermare l’emorragia di umanità

Una maglietta rossa per fermare l’emorragia di umanità. Sabato 7 luglio indossiamo una maglietta rossa per un’accoglienza capace di coniugare sicurezza e solidarietà”. E’ l’appello congiunto rivolto agli italiani da Anpi-Libera-Arci-Legambiente per contrastare le politiche italiane di chiusura ai migranti.

“Rosso è il colore che ci invita a sostare. Ma c’è un altro rosso, oggi, che ancor più perentoriamente ci chiede di fermarci, di riflettere, e poi d’impegnarci e darci da fare. È quello dei vestiti e delle magliette dei bambini che muoiono in mare e che a volte il mare riversa sulle spiagge del Mediterraneo. Fermiamoci allora un giorno, sabato 7 luglio, e indossiamo tutti una maglietta, un indumento rosso, come quei bambini. Perché mettersi nei panni degli altri – cominciando da quelli dei bambini, che sono patrimonio dell’umanità – è il primo passo per costruire un mondo più giusto, dove riconoscersi diversi come persone e uguali come cittadini”.

 

Pubblicità Lirenas Gas

Articoli Simili

Su