Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > “Tutti insieme per la legalità, Facciamo Strike alla mafia” LUNEDI 7 maggio ore 9 auditorium Nicolò Gallo c/da calcarelle

“Tutti insieme per la legalità, Facciamo Strike alla mafia” LUNEDI 7 maggio ore 9 auditorium Nicolò Gallo c/da calcarelle

Il progetto culturale formativo è stato un percorso scolastico mirante ad inculare nei giovani sempre più la cultura della legalità, in ossequio ai valori etici e morali, e il senso della fratellanza e della condivisione nel rispetto del prossimo e del diverso. La finalità del progetto, come ha sottolineato il dirigente scolastico costanza si inserisce nella  consapevolezza della responsabilità che  la scuola  ha di intervenire per far acquisire agli alunni atteggiamenti sociali  positivi  e favorire lo sviluppo di un autonomia e di uno spirito critico , strumenti  mentali indispensabili per sapere discriminare le varie forme di comportamento ed arginare i fenomeni negativi emarginandoli nella coscienza civile .Ai giovani si è data la possibilità di acquisire piena coscienza e consapevolezza del valore della persona umana ed al contempo esaminare criticamente la realtà per prendere coscienza degli atteggiamenti illegali e contribuire a combatterli e a neutralizzarli, ha sostenuto il preside costanza , inculcando loro l’importanza dell’acquisizione di regole e comportamenti corretti all’interno della scuola per cercare di comprendere e superare gli atti di vandalismo e bullismo per analizzarli e combatterli. In questo si inserisce l’esempio di padre Puglisi educatore instancabile delle giovani generazioni per vivere il messaggio non come esperienza di vita ma esperienza di vita che diventa messaggio. L’educazione alla legalità e alla giustizia come valore, nell’attuale momento storico in cui la nostra società diventa sempre più complessa e contraddittoria, rappresenta uno degli aspetti fondamentale della formazione integrale della persona ed un compito precipuo della scuola. Un momento di riflessione per gli alunni è stato appunto l’esempio offerto da padre Puglisi  il prete  di brancaccio che combatte la mafia con il sorriso, persino nel momento stesso in cui un killer gli sparò sotto casa. Ma la giornata sarà  anche un momento particolare poichè i ragazzi dell’istituto Rita levi Montalcini ,come ha sottolineato il  preside costanza luigi hanno voluto ricordare il 25 anniversario della venuta di papa paolo Giovanni Paolo II ad Agrigento ed il suo anatema contro la mafia terminato con il forte grido rivolto a mafiosi “CONVERTITEVI”.  

La manifestazione  coordinata dalla prof.  Zambuto si svolgerà nell’auditorium dell’istituto N. Gallo in c/da calcarelle a partire dalle ore 9, e vedrà impegnati in un importante ruolo fattivo  e creativo gli alunni  di scuola “media”  dei plessi Margherita Hack e Federico II che sotto la guida dei loro docenti  hanno sviluppato  concetti e idee per evidenziare i  valori della  legalità e contrastare la mafia e l’illegalità, approfondendo e facendo risaltare le gesta di varie personalità del territorio che si sono battuti per la legalità, come Livatino , il commissario Beppe Montana ed altri .

Alla manifestazione interverranno, dopo i saluti  del dirigente scolastico, Nicola Mannino, presidente del parlamento  della legalità, il dott. Salvatore Cardinale ,ex presidente della corte di appello di Caltanisetta, il comandante dei carabinieri Pellegrino Giovanni , mons Carmelo Ferraro già vescovo di Agrigento , il sindaco di Agrigento Calogero  Firetto, gli assessori comunali  Beniamino Biondi e Elisa Virone, il provveditore agli studi dott Raffaele  Zarbo  e il dott. Maurizio Bonomo che porterà una sua personale testimonianza della visita  del santo padre.

Al termine della manifestazione il dirigente scolastico prof costanza  ed una  rappresentanza  degli alunni  deporranno una ghirlanda di fiori sotto la croce  a Piano  san Gregorio dove papa Paolo Giovanni II  celebrò la messa.

Pubblicità Lirenas Gas
Pubblicità EuroBet

Articoli Simili

Su