Revocata la Sorveglianza speciale ad Anna Messina

Dopo l'assoluzione con formula piena, arriva anche la revoca della Misura di prevenzione della Sorveglianza speciale di pubblica sicurezza a carico di Anna Messina, 39 anni, sorella del boss di Porto Empedocle Gerlandino. "Non è più socialmente pericolosa" è la conclusione alla quale sono giunti i giudici della seconda sezione ...Continua

Calcio Juniores regionale: il Canicattì vince in rimonta contro l’Alba Alcamo e vola in semifinale contro il Villabate

CANICATTI’ 2  ALBA ALCAMO 1 Canicattì: Di Paola, Baldarelli, Montana Lampo, Inglima, Vaccarello, Caronia, Onolfo (72’ Morreale), Greco, Coniglio (83’ Giardina), Bellomonte, Condello (91’ Sardone). All. Luigi Giordano. Alba Alcamo: D’Angelo, Agusta, Azzara, Chiappara, Gruppuso, Corvaja, Ammoscato, Conteh (46’ Melia), Parisi, Corso, Grillo (88’ Jallow). All. Gigi Prestigiacomo. Arbitro: Li Vigni di Palermo. Reti: ...Continua

Favara, uomo accoltellato per errore. Arrestato un 29enne.

Un 45enne favarese è stato accoltellato, nella notte, nel centro storico di Favara. Fortunatamente non è in pericolo di vita. L'aggressore è stato subito rintracciato e arrestato dai carabinieri della Compagnia di Agrigento e della Tenenza di Favara. Si tratta di Salvatore Kessler, ventinovenne, favarese. Ci sarebbe stata una lite per ...Continua

Lampedusa. Indagine depuratore. Martello: avviso di garanzia è ‘atto dovuto’. Da sindaco scrissi subito all’assessorato. Nessun allarmismo sul nostro mare

“Ritengo sia un ‘atto dovuto’: quando sono stato eletto sindaco, poco meno di un anno fa, mi sono immediatamente attivato per chiede all’assessorato regionale all’Energia il motivo per il quale il vecchio impianto di depurazione era stato chiuso, nonostante il nuovo impianto non fosse ancora pronto”. Lo dice Totò Martello, ...Continua

Lampedusa, 13 indagati per il sequestro del depuratore. Ci sono l’ex sindaco e quello attuale

Gli accertamenti, disposti dalla Procura della Repubblica di Agrigento, e condotti sul campo dai carabinieri del Centro anticrimine natura e dal personale della Guardia costiera, avrebbero fatto riscontrare un inquinamento da batteri fecali, 10 mila volte superiori, ai limiti imposti dalla vigente legge. Così è scattato il sequestro dell'impianto di depurazione ...Continua