Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Porto Empedocle, quarto mandato di cattura per trentenne

Porto Empedocle, quarto mandato di cattura per trentenne

Nuova ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa a carico di Calogero Colombo, trentenne di Porto Empedocle, già Sorvegliato speciale di Pubblica sicurezza, con obbligo di dimora nel comune di residenza, giorni fa, rintracciato e arrestato dagli agenti del Commissariato “frontiera” di Porto Empedocle, in quanto a suo carico erano stati “spiccati” due mandati di arresto europeo, perché riconosciuto colpevole di furti, compiuti nelle città Mons e La Louviere, in Belgio.

Il giovane è stato riconosciuto responsabile di due furti messi a segno in due esercizi commerciali, e condannato a 16 mesi di reclusione. Successivamente ancora una sentenza di condanna a 1 anno di reclusione per un altro “colpo”, in questo caso in abitazione.  Ora arriva l’ordinanza di custodia cautelare applicatagli dalla Corte di Appello di Palermo (presidente Fabio Marino).

Colombo (assistito dall’avvocato Davide Casà) si trova rinchiuso nella Casa circondariale “Pasquale Di Lorenzo” di Agrigento, e già una prima volta è stato sottoposto ad interrogatorio dal giudice del Tribunale di Agrigento, Francesco Provenzano. Lo stesso giudice, dopo la notifica della nuova misura, ha fissato per venerdì i mattina un nuovo interrogatorio.

L’Autorità giudiziaria del Belgio chiede l’estradizione dell’empedoclino, il quale, invece, ha chiesto di scontare l’intera pena in un carcere Italiano. La richiesta sarà discussa nell’udienza in programma il 10 maggio prossimo.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su