Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Giudice del lavoro dà ragione a un’ostetrica di Ravanusa, licenziamento non valido

Giudice del lavoro dà ragione a un’ostetrica di Ravanusa, licenziamento non valido

L’Asp di Palermo è stata condannata dal giudice del lavoro e pertanto è da invalidare il licenziamento dell’ostetrica A.T., 40enne, di Ravanusa. La donna aveva chiesto  un periodo di aspettativa senza assegni per espletare un incarico a tempo determinato presso l’Asp di Agrigento. Come raccontato dall’avvocato Girolamo Rubino, in assenza di un provvedimento di diniego, l’ostetrica ravanusana iniziava a prestare servizio presso l’Asp di Agrigento. Solo successivamente l’Asp di Palermo invitava la dipendente a riprendere servizio proponendo l’instaurazione di un procedimento disciplinare.

Nonostante la donna avesse dato la disponibilità a rientrare in servizio presso l’Asp palermitana, questa decideva per il licenziamento. Difesa dagli avvocati Rubino e Mario La Loggia, l’ostetrica presentò ricorso il Giudice di lavoro ha dato ragione alla signora di Ravanusa. Il successivo ricorso dell’Asp è stato respinto e l’Azienda è stata condannata ad annullare il licenziamento e pagare le spese legali.

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su