Tu sei qui
Home > Attualità > Referendum, la Lega Ambiente: “Difendiamo il nostro mare, le nostre coste, le nostre spiagge”

Referendum, la Lega Ambiente: “Difendiamo il nostro mare, le nostre coste, le nostre spiagge”

lega ambiente“Il  voto  al referendum del 17 aprile sul tema delle trivellazioni petrolifere in mare, ha ormai assunto un significato che va oltre il contenuto referendario. E’ un voto che chiede di scegliere tra il vecchio ed il nuovo, tra la pace con l’ambiente e la rapina delle risorse naturali, tra la ricerca del profitto privato ed il soddisfacimento del benessere collettivo”. Lo dichiara Totò Treppiedi della Lega Ambiente.

Loading...

“Questo referendum – spiega –  nasce  dal  basso, in  modo  anomalo e  trasversale, senza  nessun  vantaggio  economico  da  parte dei  proponenti, se  non  quello  di evitare  di  mettere in  serio  pericolo  i  nostri  mari,così  già tanto  depauperati ed oramai  forse  in  maniera  irreversibile, per  consentire a  qualche Compagnia Petrolifera di  cercare  pochi  barili  di  petrolio che  non servirebbero  a  nulla  per  la  nostra  economia, ma  che  in  compenso  possono  determinare  sconvolgimenti  drammatici  nel  nostro  eco – sistema , ormai  al  collasso”.

Infine, Treppiedi dopo una critica alle scelte del Governo Renzi cita l’Enciclica di papa Francesco “Laudato si”.

Articoli Simili

Loading...
Copy
Su