Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Confiscati beni per 10 milioni di euro a imprenditore palermitano. Fu aiutato dalla mafia

Confiscati beni per 10 milioni di euro a imprenditore palermitano. Fu aiutato dalla mafia

carabinieri rosI carabinieri del R.O.S hanno eseguito un decreto di confisca, emesso dal Tribunale di Palermo – Sezione Misure di Prevenzione su richiesta della locale Procura Distrettuale, nei confronti dell’imprenditore Giuseppe Ferrante e del collaboratore di giustizia Francesco Franzese, già reggente della famiglia di Partanna – Mondello.

Loading...

Il valore stimato dei beni ammonta a circa 10 milioni di euro ed è costituito da due società edili con sede in Palermo, partecipazioni societarie, immobili a Carini e Palermo, rapporti bancari e polizze vita.

Il provvedimento è legato al fatto che, secondo gli investigatori, Ferrante aveva costruito la propria fortuna economica esclusivamente con l’appoggio di esponenti mafiosi con i quali si era sempre affiancato per ottenerne indubbi vantaggi, incarnando a pieno titolo il profilo dell’imprenditore “colluso” in grado di condizionare negativamente le libertà di mercato e di iniziativa economica. L’imprenditore è anche sottoposto alla sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno nel comune di residenza.

Articoli Simili

Loading...
Copy
Su