Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Caltanissetta > Antiterrorismo. Aumentati i controlli a Caltanissetta

Antiterrorismo. Aumentati i controlli a Caltanissetta

conferenza stampa prefettura (5)Caltanissetta. Nelle scorse settimane il Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica, riunitosi in Prefettura a Caltanissetta, ha deciso di intensificare i controlli in città e provincia sugli immigrati. Il provvedimento si lega alla circolare del Dipartimento della Pubblica Sicurezza finalizzata alla prevenzione e repressione dei reati di natura terroristica e fondamentalista e il questore Bruno Megale ha deciso di rafforzare i controlli e così la Polizia di Stato a Caltanissetta ha controllato più di 230 stranieri, effettuato 65 perquisizioni personali e 5 domiciliari.

Le pattuglie della Polizia di Stato – della Sezione Volanti, della Digos e del Nucleo Prevenzione Crimine di Palermo, della Polizia Postale e della Polfer – affiancate da Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia Municipale hanno intensificato i controlli nei luoghi di aggregazione come Villa Cordova, Stazione Ferroviaria, zone limitrofe a Pian del Lago e nei quartieri del centro storico cittadino. Senza dimenticare gli internet point grazie all’ausilio della Polizia Postale e gli esercizi di money transfer con l’ausilio della Guardia di Finanza.

Tra l’altro alla Provvidenza è stata rinvenuta una spada di ferro di 80 centimetri nascosta all’interno di un intercapedine di un’abitazione abbandonata di via Ajala.

Per il Questore Bruno Megale “Questa importante mole di controlli e accertamenti, con l’esclusione di qualche straniero privo di documenti, che è stato condotto per identificazione presso l’Ufficio Immigrazione della Questura, non ha fatto emergere segnali allarmistici, poiché le perquisizioni hanno avuto esito negativo e i controlli eseguiti presso le abitazioni, gli internet point e i money transfer sono risultati regolari”

Pubblicità Lirenas Gas

Ultime news

Su