Tu sei qui
Home > Cronaca e Attualità > Agrigento > Truffa dei farmaci. Dieci persone rinviate a giudizio

Truffa dei farmaci. Dieci persone rinviate a giudizio

procuraIl Gup del Tribunale di Agrigento ha rinviato a giudizio dieci persone, tra farmacisti, medici e collaboratori  che, secondo l’accusa, staccavano le fustelle dai farmaci per ottenere il rimborso dal Servizio sanitario nazionale e poi li vendevano sottobanco.

Loading...

La presunta associazione a delinquere avrebbe avuto al vertice il farmacista Mario Terrana, 62 anni, che si sarebbe avvalso della collaborazione di medici compiacenti che gli fornivano le ricette all’insaputa dei loro assistiti. Il sistema venne smascherato lo scorso aprile e Terrana finì agli arresti domiciliari. Il Gip Alessandra Vella allora impose il divieto di dimora nei comuni di Agrigento e Porto Empedocle a Ninì Mirella Pace, 61 anni, moglie di Terrana; Cinzia Venturella, 32 anni di Ribera; Carmelinda Strazzeri, 34 anni di Mazzarino, farmaciste collaboratrici della farmacia di Terrana; Gino Montante, 68 anni di Agrigento e Andrea Savatteri, 64 anni di Porto Empedocle, medici di base, e Michele Alletto, 46 anni di Agrigento, dipendente della farmacia di Terrana.

Imputati anche i medici Raffaele Sanzo, 54 anni, e Carmelo Amato, 64 anni, e il canicattinese Salvatore Cani, 50 anni, addetto a un deposito di medicinali. Le accuse ipotizzate a vario titolo sono di associazione a delinquere finalizzata a truffa, falso, ricettazione ed esercizio abusivo della professione.

Articoli Simili

Loading...
Copy
Su