Tu sei qui
Home > Secondo Piano > Leonetti regala il derby all’Akragas. Vono para un rigore. Catania battuto 1 a 0

Leonetti regala il derby all’Akragas. Vono para un rigore. Catania battuto 1 a 0

gol akragasAkragas finalmente vincente e convincente all’Esseneto. Gli agrigentini si aggiudicano il derby di Coppa Italia di Lega Pro e accedono al tabellone principale dove li attende la sfida contro il Catanzaro. Decide un gol di Lionetti al 59′ che, servito da Zibert, con un destro a giro infila il pallone sul secondo palo. L’Akragas comunque deve ringraziare il portiere di giornata Vono che all’80esimo respinge il rigore calciato da Russotto.
Dopo i fischi di sabato contro la Juve Stabia, l’Akragas, nonostante il turnover, scende in campo aggressivo e determinato e dopo una buona partenza degli etnei comincia a macinare gioco e a costruire occasioni da gol. Al 20′ Zibert, alla lunga il migliore in campo, smarca Cristaldi in area. Tiro di prima intenzione del numero nove biancazzurro e palla che dà l’illusione del gol finendo sull’esterno della rete. L’Essento apprezza e applaude ma al 30′ all’improvviso è il Catania ad avere una colossale occasione. Marino perde un pallone sanguinoso a centrocampo e permette a Barisic di involarsi a tu per tu ma calcia addosso a Vono, provvidenziale nell’uscita. È un fuoco di paglia quello degli etnei e al 34′ il pallonetto di Zibert viene salvato sulla linea da Bacchetti che di testa alza in angolo.
Il secondo tempo si apre con l’Akragas ancora in avanti ma al 52′ è ancora Barisic ad andare ad un passo dal vantaggio esterno. Al 59′ l’episodio che cambia il match. Solita percussione di Zibert che al limite scarica per Leonetti che dal cuore dell’area segna trovando un destro a giro sul secondo palo. Vantaggio meritato per l’Akragas che non corre rischi fino a quando una disattenzione difensiva spiana la strada a Barisic steso da Vono. È rigore. Ma il portiere agrigentino si distende sulla sua destra e con una mano respinge il rigore calciato da Russotto.
Nei quattro minuti di recupero l’Akragas rischia la beffa. Prima Barisic spreca ancora con un pallonetto che sfiora la traversa, poi Bacchetti lascia partire un sinistro che sfiora il palo lontano.
Dopo quattro minuti di recupero arriva il fischio finale. L’Akragas vince, l’Esseneto festeggia.

Loading...

 

Articoli Simili

Loading...
Copy
Su