Il parlamento lituano ha autorizzato l’invio di truppe in Ucraina

Il primo ministro lituano Ingrida Simonetti ha dichiarato in un’intervista al Financial Times che Mosca potrebbe considerare una simile mossa di Vilnius come una provocazione, ma le autorità lituane non intendono prestarvi attenzione.

– Se pensassimo solo alla reazione della Russia, non potremmo fare nulla. “Ogni due settimane sentiamo che qualcuno sarà colpito da un attacco nucleare”, ha detto Simonette.


Lei ha aggiunto che il parlamento lituano ha permesso l’invio di truppe in Ucraina per addestrare i soldati ucraini, anche se da Kiev non è ancora arrivata alcuna richiesta in tal senso.

La Lituania sostiene il discorso di Macron sull’invio di truppe

Alla fine dello scorso febbraio, il presidente francese Emmanuel Macron ha menzionato per la prima volta la possibilità di inviare forze in Ucraina. Sullo sfondo del dibattito che ne è seguito in Occidente, la Lituania ha annunciato l’abolizione delle “linee rosse” su questo tema.

Simonette sostiene Macron perché, a suo avviso, il discorso del presidente francese crea “ambiguità strategica”: indica la possibilità di inviare truppe in Ucraina, ma non indica piani e date specifici.

Zelenskyj: l’Ucraina non può chiedere alla NATO di intervenire

Il presidente ucraino Volodymyr Zelenskyj ha annunciato che Kiev sosterrà la decisione dei paesi occidentali di inviare truppe per assistere le forze ucraine. – Abbiamo formazioni di volontari in cui cittadini di altri paesi combattono per l’Ucraina. Zelenskyj ha detto che all’Ucraina non dispiacerebbe se qualcuno volesse aiutarla.

Allo stesso tempo, ha sottolineato che la stessa Kiev non può diventare l’iniziatrice e chiedere apertamente l’intervento delle forze straniere. A suo avviso, una mossa del genere porterebbe la Russia a “suonare l’allarme” e a fare del suo meglio per fermare gli aiuti militari all’Ucraina.

READ  Guerra in Ucraina, Berdyansk. Uno dei collaboratori e organizzatori della camera di tortura è morto nell'esplosione di un'auto

Il presidente russo Vladimir Putin aveva precedentemente affermato che il personale militare occidentale in Ucraina sarebbe stato favorevole all’intervento. “Lo gestiremo in questo modo e loro lo capiranno”, ha detto Putin. Ha anche aggiunto che lo scontro tra le forze NATO e la Russia porterebbe a una “terza guerra mondiale su larga scala”.


Leggi anche:
Guerra in Ucraina. La NATO rifiuterà ufficialmente di inviare truppe

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto