Putin si trasferisce in Asia. Visiterà due paesi

Martedì Vladimir Putin partirà per un viaggio in Asia, dove in quattro giorni visiterà due paesi. Un obiettivo è Pyongyang, dove ha visitato l’ultima volta quasi un quarto di secolo fa.

Lo ha riferito la Reuters citando informazioni dell’agenzia TASS del regime Martedì il presidente russo Vladimir Putin inizierà il suo viaggio in Asia.

Nella prima parte Visiterà la Corea del Nord. Per questa parte sono previsti due giorni: 19 e 20 giugno. Il leader russo apparirà a Pyongyang per la prima volta dopo quasi un quarto di secolo.

La sua ultima visita nella capitale nordcoreana risale a un anno fa 2000 subito dopo aver preso il potere. Il suo obiettivo era rafforzare le relazioni sofferte durante la presidenza di Boris Eltsin.

Vedi: La Corea del Sud ha “ripagato” Kim. Hanno inviato spedizioni al nord

Leggiamo: “Su invito del presidente della Repubblica popolare democratica di Corea, Kim Jong-un, Vladimir Putin effettuerà un’amichevole visita di stato nella Repubblica popolare democratica di Corea”.

Cooperazione tra Mosca e Pyongyang

Il Cremlino ha confermato che sarebbe “Un viaggio estremamente raroCiò metterà in evidenza la crescente partnership di Mosca con uno stato dotato di armi nucleari.

La cooperazione tra i due paesi ha ripreso a rafforzarsi poco dopo lo scoppio della guerra in Ucraina. È noto che Kim Jong Un ha inviato lettere a Putin Trasferimento di armi e munizioni usate contro l’Ucraina.

Vedi: Corea del Nord. Kim Jong Un dice della guerra: sferreremo un colpo fatale senza esitazione

Nella prima metà di settembre dello scorso anno, il leader nordcoreano ha visitato la Russia. I leader si sono poi incontrati allo spazioporto di Vostochny, il più recente porto spaziale della Russia, situato nell’estremo oriente del paese.

READ  È una questione di tempo. USA: l’attacco missilistico iraniano è inevitabile

Putin dedicherà i prossimi due giorni del suo tour asiatico Per visitare il Vietnam.

Il mandato d’arresto di Putin

Vladimir Putin non può viaggiare per il mondo perché nella maggior parte dei paesi verrebbe arrestato per legge.

Nel marzo dello scorso anno internazionaleLa Corte penale nazionale ha emesso un mandato di arresto nei confronti di Putin con l’accusa di crimini di guerra, inclusa la deportazione illegale di bambini dai territori occupati dell’Ucraina alla Russia.

La Corte giudica le persone fisiche sulla base dello Statuto di Roma, firmato da 120 paesi di tutto il mondo. Inizialmente anche la Federazione Russa era uno dei firmatari, ma si è ritirata nel 2016.

Per saperne di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto