proprio qui! Barbara Kordej-Zatan commenta la situazione al confine polacco. Ha criticato le guardie di frontiera: “Sono crudeli e spietate”.

Barbara Kordej-Zatan è tornata a parlare della situazione alla frontiera orientale della Polonia. L’attrice ha riassunto le azioni delle guardie di frontiera con parole dure. È già stata in grossi guai per questo motivo in passato.

Sono poche le star in Polonia disposte a parlare apertamente delle attuali questioni sociali e politiche. Barbara Cordij Szatan Di conseguenza, ho riscontrato molte situazioni spiacevoli. A causa delle sue parole sulle guardie di frontiera, è stata costretta a partecipare ad un lungo procedimento giudiziario con l’accusa di diffamazione dei servizi statali.

Ora, quando l’argomento della situazione al confine è tornato, abbiamo potuto parlare con la stella e chiederle della sua posizione.

Il resto dell’articolo è sotto il video

Barbara Kordej-Zatan monitora la situazione al confine polacco

L’attrice continua a non nascondere di essere particolarmente ferita dalle misure adottate alla frontiera nei confronti dei migranti. Nella sua dichiarazione ha criticato le azioni di cui sono stati accusati gli agenti e ha sottolineato che, a suo avviso, non si dovrebbe usare violenza contro le persone che tentano di attraversare.

Questa è una situazione molto difficile. Dato quello che sta succedendo là fuori, penso che molte persone siano deluse dal fatto che questi rimpatri e deportazioni continuino ancora. Perché proteggere le frontiere non ha nulla a che fare con la violenza. Non deve essere collegato alla violenza. Ancora non capisco perché lì si verificano situazioni così dure. Perché chi è al potere permette ancora che accadano cose così crudeli lì? Capisco che tutto ciò sia dovuto alla Bielorussia e allo sfruttamento dei rifugiati che invia. Ha detto che solo queste persone sono le vittime di tutta questa situazione.

Non si tratta di lasciarli entrare tutti, si tratta di non trattarli così duramente, di non abusarne, di non abusare di loro. Non so perché questo continui a succedere. Anche se vogliamo mantenere la sicurezza delle frontiere, credo che ciò non dovrebbe essere collegato alla violenza da parte nostra.

Barbara Cordig-Zatan: “Le guardie di frontiera trattano duramente questi rifugiati”.

Ha descritto in dettaglio le brutali situazioni accadute dalla parte bielorussa. Dal suo punto di vista, gli agenti locali non hanno remore nel trattare le persone che vogliono scappare dall’inferno della guerra, derubandole di tutti i loro beni e insultandole in vari modi.

Vogliono fuggire dalle guerre. In Bielorussia sono stati ingannati e la Bielorussia sfrutta queste persone. Queste sono le persone che spesso vengono derubate, picchiate, attaccate dai cani e le donne violentate. Si trovano in una situazione davvero difficile. All’improvviso si ritrovano ai nostri confini, dove le nostre guardie di frontiera agiscono in modo diverso. Ha detto che, ovviamente, c’è chi li aiuta, ma c’è anche chi ha bisogno di sfogare i propri sentimenti e agire.

L’attrice ha ricordato il recente attacco commesso da un rifugiato. La situazione continua ad essere ampiamente commentata dai media polacchi. Sebbene Kordej-Zatan non sostenga attacchi simili, ha attirato ancora una volta l’attenzione sulle attività delle guardie di frontiera.

Recentemente si è verificato un attacco da parte di un rifugiato che ha aggredito una guardia di frontiera con un coltello. Naturalmente situazioni del genere non dovrebbero accadere e mi dispiace molto. Condanno questa situazione, ma d’altro canto so che le guardie di frontiera trattano questi rifugiati con durezza e senza pietà. Ha spiegato che coloro che detengono il potere sono effettivamente responsabili di queste cose che accadono lì.

La cosa terribile è che noi polacchi dobbiamo guardare a tutto questo e conoscere le dure condizioni che si verificano ai nostri confini. “La situazione è difficile da entrambe le parti, e penso che non solo io, ma anche molti altri attivisti che sono lì ogni giorno, ci sentiamo molto delusi”, ha concluso.

Barbara Kordej-Zattan ha criticato le guardie di frontiera (Foto: AKPA)

Barbara Kordej-Zattan ha criticato le guardie di frontiera (Foto: AKPA)©AKBA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto