Notte nervosa per il Real Madrid in Champions League



PAP/EPA / Ballesteros / Partita di Champions League: Real Madrid – Lipsia

Sebastian Szczytkowski


I tifosi hanno fischiato più volte i giocatori del Real Madrid. Nella partita contro l'RB Lipsia hanno dovuto affrontare problemi imprevisti. Tuttavia, non ci sono state sorprese e un pareggio per 1-1 ha permesso ai Royals di avanzare ai quarti di finale di Champions League.

La famiglia reale non aveva fretta. La squadra di Carlo Ancelot è arrivata al ritorno in vantaggio per 1-0 e ha voluto vedere cosa aveva preparato l'avversario, proprio come aveva fatto a Lipsia. Il Real Madrid è stato molto calmo nello scambio di passaggi e quindi ha voluto togliere agli ospiti l'entusiasmo offensivo. Il tempo ha dimostrato che ciò non è possibile.

L'RB Lipsia ha presto avuto due occasioni da gol. Al decimo minuto, un passaggio filtrante è andato a Benjamin Sisko, che si è trovato uno contro uno con Andrei Lunin. In primo luogo, l'attaccante ospite ha perso il duello con l'ucraino e, in secondo luogo, è stato colto in leggero fuorigioco. Al 16' il secondo attaccante del Lipsia ha avuto l'opportunità di risarcire la sconfitta. Luis Obinda ha ricevuto un passaggio all'interno dell'area di rigore e ha sparato un tiro verso l'angolo più lontano.

I giocatori della nazionale tedesca non hanno sfruttato le opportunità che avevano e la parte successiva della partita è stata più tranquilla. Il Real Madrid è rimasto più vicino alla promozione e ha utilizzato l'attacco posizionale, allontanando gli avversari dalla porta di Andriy Lunin. L'altra cosa è che Vinicius Junior e Jody Bellingham non sono riusciti a tirare sulla porta di Peter Gulacsi.

READ  Il Legia ha vinto con la Slesia ed è scappato dalla zona retrocessione

Guarda il video: #dziejesiewsportcie: Ricorderà il gol per il resto della sua vita. Cosa è successo la?!

Il pubblico esigente del Santiago Bernabeu ha iniziato a riassumere con i fischi la negatività dei padroni di casa. Non capita spesso che ci sia metà partita in cui il Real Madrid non crea una sola occasione da gol. I padroni di casa sugli spalti si aspettavano di più dai giocatori che limitarsi a monitorare i progressi. Fino alla fine del primo tempo, il miglior risultato del club madrileno è stato un risultato negativo.

La squadra reale non ha accelerato dopo il cambio di ritmo, come aveva fatto a Lipsia. Di conseguenza, la quinta forza della Bundesliga ha avuto più da dire in attacco e ha trascorso più tempo nella metà campo avversaria. Il Real aveva già minacciato gli ospiti dopo appena un'ora. Peter Gulacsi deve allungarsi per fermare due tiri di Rodrigo Goes.

Al 65', il Real Madrid ha mostrato ai suoi avversari quanto sono efficaci. Ai Royals sono bastati pochi minuti di accelerazione per segnare l'1-0. La squadra di casa ha aspettato il momento giusto per lanciare un rapido attacco, guidato da Jude Bellingham. L'inglese ha passato in area un passaggio a Vinicius Junior, che ha battuto Petr Gulacsi con un tiro mal riuscito da una decina di metri.

La squadra di Lipsia non ha intenzione di arrendersi e al 68' ha pareggiato 1-1 con un tiro di Willy Orban. Nella gara di ritorno la situazione è tornata al punto di partenza dopo il colpo di testa del capitano della squadra ospite. Ha approfittato del cross di David Raum e della negatività dei difensori reali.

READ  Hai sconfitto Michał Oleksiejczuk a UFC 272! Dustin Jacoby ha sconfitto The Pole con decisione

Manca ancora un po' di tempo e, come per quasi tutta la partita, il Lipsia preme. C'è stata una mancanza di qualità nelle ultime fasi degli attacchi. Anche nei supplementari c'era la possibilità di andare ai supplementari, ma la palla di Dani Olmo colpì la traversa del Real Madrid. In preda al panico, i padroni di casa resistono fino al pareggio per 1-1, che permette loro di passare in vantaggio.

Real Madrid – Lipsia 1:1 (0:0)
1:0 – Vinicius Junior 65'
1:1 – Willy Orban 68'

Prima partita: 1-0. Promozione: Real Madrid

Composizioni:

VERO: Andriy Lunin – Dani Carvajal, Antonio Rudiger, Nacho Fernandez, Ferland Mendy – Federico Valverde, Aurelien Chouamini, Toni Kroos (77' Luka Modric), Eduardo Camavinga (46' Rodrigo Goes) – Jude Bellingham (84' Joselu) – Vinicius Junior.

signore: Petr Gulacsi – Benjamin Henriques, Castelo Lukeba, Willi Orbán, David Raum – Dani Olmo, Amadou Haidara (90' Kevin Campbell), Xavier Schlager (84' Christoph Baumgartner), Xavi Simons – Luis Obinda (77' Yusuf Poulsen), Benjamin Sisko . (84' Elgiv Almas)

Cartellini gialli: Vinicius, Chouamini, Kroos (Real), Uraz Schlager, Raum, Orbán (terzino destro).

Giudice: Davide Massa (Italia)

Leggi anche: La UEFA impone sanzioni ai colossi. Il più grande per il PSG
Leggi anche: Riforma Champions League. La UEFA ha concordato i dettagli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto