Nave da sbarco e petroliera russa nelle acque spagnole

Il Comando di Difesa spagnolo (EMAD) ha affermato che le motovedette spagnole “Atalaya” e “Vigia” hanno rintracciato le due navi da sbarco russe “Ivan Green” e “Alexander Otrakovsky”, nonché la petroliera “Cola”, in acque “sotto controllo spagnolo.” Sovranità nella parte nordoccidentale della penisola.

Come si legge in un comunicato diffuso dal Ministero della Difesa spagnolo, il monitoraggio del passaggio del gruppo russo è continuato dal 21 al 26 marzo.

Operazioni di sorveglianza e deterrenza

Le navi pattuglia “Atalaya” e “Vigia” hanno monitorato il passaggio del gruppo russo composto dalle due navi d'assalto anfibio “Ivan Green” e “Alexander Otrakovsky”, nonché della petroliera “Cola” attraverso le acque spagnole nel Mar Mediterraneo . La dichiarazione afferma che le due navi spagnole hanno partecipato ad operazioni di presenza, sorveglianza e deterrenza.

Il resto dell'articolo è sotto il video

“Dopo aver identificato le navi appartenenti alla Federazione Russa, Atalaya le ha seguite fino alla frontiera con il Portogallo, dove sono state sostituite dalla fregata portoghese Bartolomeu Dias”, si legge nel rapporto spagnolo.

“Poi, il 23 e 26 marzo, la motovedetta spagnola Vigia ha seguito tre navi russe nelle acque del Golfo di Cadice. Non è stato segnalato alcun incidente nell'ambito delle operazioni di sorveglianza marittima e di sicurezza della Marina spagnola”, ha spiegato il Ministero spagnolo. della Difesa ha detto. .

READ  Volodymyr Zelenskyj parla di una nuova fase della guerra con la Russia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto