Militare direttamente dall'esercito russo. “I successi non sono sorprendenti”

– Non è troppo tardi, ma questo è un momento critico poiché questi fondi consentiranno all'Ucraina di stabilizzare la sua difesa, ma certamente non cambieranno in modo significativo il quadro del campo di battaglia – ha detto l'ospite Grzegorz Kipka quando gli è stato chiesto del sostegno americano approvato dal Congresso di sabato.

Vedi: Ucraina. Attacco alla flotta del Mar Nero. Una nave è stata colpita a Sebastopoli

Secondo Lewandowski, l’esercito russo “non ha lanciato un attacco, ma ha condotto operazioni offensive” per sei mesi. – I successi non sono sorprendenti. La cattura di singole città al costo di migliaia di soldati o di centinaia di veicoli blindati non costituisce un grande successo per la Russia. Il problema è che gli attacchi vengono sferrati su un fronte molto ampio, in molti punti. Lui ha aggiunto che le brigate ucraine subiscono perdite in termini di personale e attrezzature e affrontano problemi molto maggiori nel rifornirle rispetto all'esercito russo.

Militari sulla situazione al fronte: le capacità dell'Ucraina si stanno indebolendo

– I coscritti che si arruolano nell'esercito ucraino sono più anziani e gravati da malattie che non compensano le perdite, soprattutto tra i veterani. Lui ha sottolineato che l'esercito sta combattendo eroicamente, ci sono ancora molte persone esperte, ma la loro capacità si sta indebolendo (…) Il sistema ucraino è terribilmente inefficace.

Vedi: Maria Zakharova accusa gli Stati Uniti. “Finirà come il Vietnam e l’Afghanistan”.

Allo stesso tempo, i russi reclutavano tra i 25.000 e i 35.000 al mese, ha aggiunto il colonnello Lewandowski. Soldati per l'addestramento.

L'esperto ha attirato l'attenzione sulla scarsa organizzazione dell'esercito ucraino. – Il potere è stato preso da fazioni di leader che non hanno attuato pienamente i piani del Comando Generale. Sono giunte informazioni sul maltrattamento dei soldati in alcune brigate. Le brigate non sono state utilizzate in modo ottimale e migliaia di soldati sono stati inviati nelle retrovie per operazioni logistiche e di personale, ha detto il colonnello Lewandowski.

READ  Triangolo di Weimar: picco improvviso. Parlano Donald Tusk, Olaf Scholz ed Emmanuel Macron

Video: Il colonnello Piotr Lewandowski in “L'ospite degli eventi”

Colonnello Lewandowski: Il denaro non combatte

Grzegorz Kipka ha chiesto al suo ospite se vedeva qualche scenario per porre fine alla guerra in Ucraina. – Il denaro non combatte. Sono importanti per fare la guerra, ma non combattono. Non posso dire quale sarà lo scenario. Ha aggiunto che per ora dipenderà dall’efficienza con cui l’Ucraina e gli Stati Uniti saranno in grado di trasformare il denaro in assistenza molto specifica e adattata ai bisogni.

Ha aggiunto che l'obiettivo è creare un vantaggio tecnologico, non fornire apparecchiature obsolete come avveniva prima.

– Sono un sostenitore della tesi “prepararsi al peggio e sperare per il meglio”. La guerra prima o poi finirà e non sappiamo quali saranno i suoi risultati. L'ufficiale militare ha detto: non credo che l'esercito russo tornerà in patria dopo la fine della guerra.

– Non penso che l'industria russa passerà alla produzione pacifica. E ha concluso dicendo: Secondo me la Russia non sta più pensando a come finirà la guerra in Ucraina, ma piuttosto a cosa accadrà dopo e se sarà necessario un conflitto.

Waka/Polsatnews.pl

Per saperne di più

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto