L’Ungheria non parteciperà alla folle missione

Ad aprile, gli alleati della NATO hanno concordato di iniziare a pianificare il sostegno militare a lungo termine per l’Ucraina, creando un fondo di 100 miliardi di euro (107 miliardi di dollari). Secondo i piani, la coalizione assumerà alcuni compiti di coordinamento per il cosiddetto Gruppo Ramstein, cioè il gruppo di contatto per la difesa dell’Ucraina. Il ministro degli Esteri ungherese Peter Szijjártó ha confermato che Budapest è contraria a questo piano.

Durante la sua visita a Londra ha detto: “L’Ungheria resterà lontana dalla folle missione della NATO nonostante la pressione”.

Sospetti ungheresi

Szijjarto ha recentemente affermato che la presenza delle forze NATO in Ucraina significherebbe l’inizio della Terza Guerra Mondiale. Secondo il capo del Ministero degli Esteri ungherese, l’alleanza potrebbe oltrepassare una “linea rossa” schierando soldati nella zona in cui si svolgono gli scontri con i russi.

In un’altra occasione, un ministro ungherese ha affermato che i politici europei dovrebbero lavorare per raggiungere la pace e non cercare modi per partecipare alla guerra.

Szijjártó ha anche criticato il governo polacco, affermando che aveva una posizione a favore della guerra mentre l’Ungheria era a favore della pace.

– Noi siamo un governo favorevole alla pace, mentre il governo polacco ha una posizione più favorevole alla guerra. Szijjarto, citato dal quotidiano ungherese, ha affermato che il primo ministro polacco sarebbe sorpreso se venisse a conoscenza della lunga lista di politici europei che negli ultimi anni mi hanno chiesto di aiutare a stabilire contatti con i russi, organizzare un incontro o semplicemente manda loro un messaggio. Media. Il ministro degli Esteri ungherese ha sottolineato che, se necessario, continuerà a incontrare i suoi omologhi russi e fornirà assistenza a coloro che desiderano stabilire un contatto con il Cremlino.

READ  Attacco su larga scala da parte delle forze di Vladimir Putin. "Terrore assoluto a Kiev"


Leggi anche:
Nuovo leader dell’opposizione ungherese: a Budapest non ci sarà Varsavia
Leggi anche:
Le aziende tedesche sono sotto pressione da parte del governo ungherese. Orban vuole confiscare i loro beni?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto