L’Australia vuole una “indagine completa” sull’incidente del laser cinese – Morrison

SYDNEY (Reuters) – Il primo ministro australiano Scott Morrison ha detto che una nave della marina cinese ha diretto un raggio laser contro un aereo della difesa australiano probabilmente visibile dall’Australia continentale, poiché Canberra ha chiesto a Pechino di “fare un’indagine completa”.

Lunedì alla radio Morrison ha affermato che il suo governo non ha ricevuto alcuna spiegazione dalla Cina per l’incidente di giovedì scorso, che Canberra ha ritenuto un “atto pericoloso e sconsiderato”.

La difesa australiana ha dichiarato sabato che una nave della marina cinese all’interno della zona economica esclusiva dell’Australia ha diretto un raggio laser su un aereo militare australiano mentre sorvolava gli ingressi settentrionali dell’Australia, illuminando l’aereo e mettendo potenzialmente in pericolo la vita. Per saperne di più

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Il ministero della Difesa ha affermato che un P-8A Poseidon – un aereo da pattugliamento navale – ha rilevato un raggio laser emanato da una nave dell’Esercito popolare di liberazione-Marina (PLA-N) e ha rilasciato immagini di due navi cinesi che navigano vicino alla costa settentrionale dell’Australia.

Un cacciatorpediniere missilistico guidato cinese e un molo di trasporto anfibio stava navigando verso est attraverso il Mare di Aravura tra la Nuova Guinea e l’Australia al momento dell’incidente, dopodiché è passato attraverso lo stretto Stretto di Torres.

READ  Aggiornamenti in tempo reale: la Russia invade l'Ucraina

“La gente probabilmente vedrà la nave dalla terraferma”, ha detto Morrison ai giornalisti in Tasmania lunedì.

Ha detto alla radio locale che l’Australia ha chiesto attraverso i canali diplomatici e di difesa “un’indagine completa su questo evento”.

Ha paragonato l’incidente a un’ipotetica situazione di una fregata australiana che ha puntato un laser contro un aereo da ricognizione cinese nello Stretto di Taiwan, aggiungendo: “Riesci a immaginare la loro reazione a Pechino?”

L’ambasciata cinese a Canberra non ha risposto a una richiesta di commento. Pechino non ha commentato pubblicamente l’incidente.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

(Segnalazione di Kirsty Needham). Montaggio del Lincoln Fest.

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.