La misteriosa morte della guardia del corpo di Lukashenka. È morto dopo aver visitato la Russia. Media: È stato scoperto del veleno nel suo corpo Notizie da tutto il mondo

Il canale Telegram ha riferito della morte sospetta di una guardia di sicurezza bielorussa Kremlevskaja TabakerkaIl che si riferiva a due fonti vicine ad Alexander Lukashenko. Secondo le informazioni ottenute, è possibile che la guardia di sicurezza sia stata avvelenata durante la sua visita in Russia, avvenuta nel gennaio 2024.

Guarda il video
La frontiera con la Bielorussia dovrebbe essere aperta e cosa si dovrebbe fare per la sicurezza della Polonia?

È morta la guardia del corpo di Alexander Lukashenko. È morto dopo aver visitato la Russia

Rovina³ L'ufficiale della sicurezza Alexander Lukashenko, al quale sono stati scoperti metalli pesanti nel suo corpo durante la visita del leader bielorusso a San Pietroburgo all'inizio dell'anno. questi Informazione “Due fonti vicine a Lukashenko ci hanno confermato quanto affermato in un messaggio pubblicato su Telegram.” Alla fine di gennaio 2024, Alexander Lukashenko ha partecipato alla celebrazione dell'80° anniversario dell'assedio di Leningrado a San Pietroburgo. Lì ha incontrato, tra gli altri, il presidente russo Vladimir Putin.

Nel corpo della guardia del corpo è stato scoperto un elemento altamente tossico

Durante la visita, una delle guardie del corpo di Lukashenko si è sentita male. Quindi è stato riportato urgentemente a Minsk. Lì, secondo fonti citate da Kremlevskaya Tabakerka, gli è stato diagnosticato un avvelenamento da tallio, un elemento altamente tossico utilizzato principalmente nell'industria pesante. I sali di tallio tossici sotto forma di polvere si dissolvono facilmente in acqua e non hanno odore o sapore. Anche i fumi stessi possono essere mortali. Per quanto riguarda la morte della guardia di sicurezza, le autorità bielorusse restano in silenzio e si astengono da dichiarazioni ufficiali. Non si sa nemmeno come abbia reagito a queste informazioni Alexander £ukaszenka.

READ  Le Nazioni Unite hanno condannato la Russia. Cinque paesi hanno votato contro la risoluzione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto