La guerra in Ucraina. A Mariupol sono in corso feroci combattimenti [RELACJA NA ŻYWO]







L’Ucraina si difende per la decima giornata. Secondo il sindaco di Mariupol, ai residenti mancano acqua ed elettricità. La città è circondata da russi che da diverse ore attaccano “senza pietà”. I combattimenti si svolgono anche a Sumy, dove ai residenti viene chiesto di nascondersi e rimanere in rifugi sicuri. A loro volta, le forze ucraine hanno annunciato, nella tarda serata di venerdì, un contrattacco delle forze ucraine nella regione di Kharkiv. Nel frattempo, l’ambasciatore degli Stati Uniti all’ONU, Linda Thomas Greenfield, ha detto all’ONU che le forze russe si trovano a circa 32 chilometri dalla centrale nucleare nell’Ucraina meridionale, che si trova nell’Oblast di Mykolaiv. Tuttavia, l’esercito ucraino ha riferito che i loro soldati stavano ancora combattendo e hanno fornito più statistiche militari. Vi invitiamo a seguire la nostra diretta.


Foto: p. Paweł Rytel – Andrianico

Scuola bombardata a ytomierz

  • Il sindaco di Mariupol, Vadim Boychenko, ha annunciato sabato mattina che le forze russe “hanno assediato Mariupol e sono state brutalmente attaccate”. “La nostra priorità è un cessate il fuoco (…) per creare corridoi umanitari”, ha affermato il sindaco citato dall’Afp.
  • “Durante i nove giorni di guerra, la difesa antiaerea ucraina ha distrutto almeno 39 aerei nemici e 40 elicotteri”, ha dichiarato sabato mattina su Facebook il comando dell’aviazione ucraina.
  • Il sito web investigativo Bellingcat ha riferito che i russi hanno anche sganciato una bomba a grappolo sulla località di Zatoka nella regione di Odessa
  • A sua volta, il capo della diplomazia ucraina, Dmytro Kuleba, ha informato, sabato mattina, sul canale televisivo parlamentare Rada TV, che i ministeri ucraini degli affari esteri, della difesa e delle infrastrutture hanno organizzato modalità sicure per rifornire il Paese di armi e attrezzature militari .
  • “Secondo i dati dell’Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati, dai tempi dell’invasione russa dell’Ucraina, cioè dal 24 febbraio al 3 marzo, il Paese ha lasciato più di 1,2 milioni di rifugiati” – riporta “Kyiv Independent”
  • Nel frattempo, altre società globali si stanno ritirando dalla Russia. Samsung, insieme a Bloomberg, CBC, ABC News e CBS News, si è unita al gruppo di marchi che hanno preso tale decisione. Anche McDonald e Pepsi stanno studiando la decisione di ritirarsi dalla Russia
  • Maggiori informazioni sull’Ucraina possono essere trovate sulla homepage di Onet


Questo interesserà anche te

Hai un argomento interessante? Scrivici un messaggio!

Vuoi che descriviamo la tua storia o affrontiamo un problema? Hai un argomento interessante? Scrivici! Le lettere dei lettori ci hanno ispirato molte volte, sulla base delle quali sono stati scritti molti testi. Pubblichiamo molti messaggi nella loro interezza. Li troverai qui.



READ  Frane e inondazioni in Brasile hanno ucciso almeno 44 persone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.