Il russo ha ammesso il motivo per cui è andato in guerra. “Mia figlia mangia gratis adesso.”

Migliaia di russi si sono offerti volontari per combattere in Ucraina e sono al fronte di loro spontanea volontà. Questa è la dura verità sull'esercito di Vladimir Putin, anche se sono sempre meno gli ideologi che credono nella ricostruzione dell'impero e del suo presidente. Sono sempre di più le persone che vogliono cambiare la propria vita durante la guerra. E aiuta chi ti è più vicino.

Su Telegram è apparsa una registrazione dei veterani russiGuerre in Ucraina. Uno di loro ha confessato direttamente perché è stato reclutato e cosa ha guadagnato grazie a ciò. A parte le ferite e le disabilità – il video è stato girato in un centro di riabilitazione o in un ospedale – è riuscito a uscire di prigione. E aiuta la tua famiglia.

Non mancano queste persone in Russia e nelle autorità Li preda senza rimorso.

Il resto dell'articolo è sotto il video

Un soldato russo ha raccontato di essere stato in prigione prima della guerra. La guerra si è rivelata per lui un'opportunità per uscire da dietro le sbarre e combattere per la sua libertà. Nel frattempo in Ucraina viene versato sangue perché le autorità russe hanno escogitato una simile alternativa per i prigionieri. Inizialmente i prigionieri venivano reclutati dal Gruppo Wagner, poi dall'esercito regolare.

In questo modo, i detenuti possono combattere nelle unità “Storm-Z”. Se sopravvivranno alla campagna, torneranno in libertà in Russia. La maggior parte di loro è morta al fronte e nessuno nel Paese di Vladimir Putin lo nasconde. La vita dei prigionieri aveva poca importanza per i comandanti e le condizioni nelle carceri e nelle colonie peggiorarono particolarmente per incoraggiare le persone ad arruolarsi nell'esercito.

READ  Biden prevede nuove sanzioni al commercio e alla finanza in due regioni filo-Mosca

Fino ad ora era dietro le sbarre, e ora i bambini godono dell'assistenza statale gratuita Non vengono menzionati a scuola. Come lui stesso ha ammesso, erano stigmatizzati perché il loro padre era un criminale. Tuttavia, è qui che finisce la poesia sui soldati di Vladimir Putin, perché è stato loro promesso così tanto, ed è qui che finisce il sostegno statale.

La Russia ha abbandonato gli Stormtrooper e non è più interessata al loro destino. Il Ministero della Difesa non paga risarcimenti e i medici si rifiutano di curare i soldati feriti. Come prima della guerra, a nessuno importava del proprio destino. Quindi rimangono ferite e altri ricordi della guerra e ancora una volta devono farcela da soli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto