Il Large Hadron Collider non è per i russi. Il CERN sospende la sua collaborazione

CERN Gestisce il più grande laboratorio di fisica delle particelle del mondo, che consiste, tra le altre cose, del Large Hadron Collider (LHC). Fu lì che nel 2012 fu scoperta la particella elementare identificata come il bosone di Higgs.

Fondata nel 1954. CERN Attualmente conta 23 paesi membri e 7 paesi associati L’Ucraina è una di queste, mentre la Russia non è un membro ufficiale dell’organizzazione. Tuttavia, gli scienziati russi rappresentano circa l’8%. Questo è l’equipaggio del CERN Quasi 1000 persone. Gli scienziati ucraini hanno chiesto di interrompere la cooperazione con le istituzioni scientifiche russe in risposta all’invasione in corso.

“I 23 Stati membri dell’Organizzazione europea per la ricerca nucleare condannano con la massima fermezza l’invasione militare dell’Ucraina da parte della Federazione Russa e deplorano la perdita di vite umane e le conseguenze umanitarie, nonché il coinvolgimento della Bielorussia in questo uso illegale della forza contro l’Ucraina ”, si legge nel comunicato del CERN.

In risposta a questa situazione, il Consiglio del CERN ha accettato di sostenere Collaboratori ucraini nel campo della fisica delle alte energie Allo stesso tempo, sospendere l’adesione della Russia come “osservatore” (gli Stati Uniti hanno lo stesso livello di adesione). Il CERN non avvierà nuovi progetti con istituti di ricerca russi.

“La situazione continuerà ad essere seguita da vicino e il Consiglio è pronto ad adottare ulteriori misure, se del caso, nelle sue future riunioni”, si legge nel comunicato stampa.

L’enorme dichiarazione del CERN Un colpo a tutto il mondo della scienzaPerché i fisici russi sono grandi specialisti. Tuttavia, in queste circostanze, non c’era altra scelta e la decisione presa era l’unica corretta. Soprattutto nel contesto dei piani Riavvio del Large Hadron ColliderChe dovrebbe svolgersi nella primavera di quest’anno.

READ  Perù. Il cranio dell'antenato delle balene moderne è stato trovato dai paleontologi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.