Archeologi: i pagani baltici acquistavano cavalli in Scandinavia per sacrificarli

Secondo una ricerca internazionale alla quale hanno partecipato i polacchi, le tribù pagane del Baltico sacrificavano cavalli importati dalla Scandinavia cristiana.

La ricerca condotta da scienziati delle Università di Bialystok (UB) e Cardiff (UC) nel Galles (Gran Bretagna) getta nuova luce sui rituali religiosi degli ultimi pagani nell’Europa altomedievale.

I risultati del lavoro sono stati pubblicati sulla rivista “La scienza sta avanzando.”.

Coautore della pubblicazione è l’archeologo Dr. Happ. Maciej Karczewski dell’Università di Białystok – lo ha annunciato venerdì l’università in un comunicato.

Foto d’archivio privato di Maciej Karczewski

Gli scienziati hanno esaminato i resti di 74 cavalli trovati nei luoghi di sepoltura della Masuria, della penisola di Sambia (oblast di Königsberg) e della regione della Lituania. Si scopre che nella tarda epoca vichinga, i cavalli venivano trasportati via nave verso la costa sud-orientale del Mar Baltico da quelle che oggi sono la Svezia o la Finlandia, per una distanza massima di 1.500 chilometri. I pagani sacrificavano questi animali durante i riti funebri.

“Sulla base dell’analisi degli isotopi di stronzio depositati nello smalto dei denti, è possibile determinare in quale parte del mondo una determinata persona o animale ha trascorso i primi anni della sua vita a causa della diversa saturazione dell’ambiente con isotopi di stronzio in diversi parti dell’Europa e del mondo, per ottenere risultati affidabili, è necessario sviluppare una misura comparativa per una regione specifica – in questo caso specifico, la Polonia nord-orientale”, ha spiegato il professore. Karchevskij.

Su iniziativa di un archeologo polacco, l’ambito della ricerca è stato ampliato per includere l’analisi del DNA dei cavalli trovati nei luoghi di sepoltura. Come ha detto il professor Karczewski, le ipotesi iniziali si limitavano all’analisi degli isotopi dello stronzio, cioè a determinare se i cavalli sacrificati erano di origine locale o importati dall’estero.

READ  Katowice/Università della Slesia ha iniziato le assunzioni per il nuovo anno accademico
Foto d’archivio privato di Maciej Karczewski

Nella letteratura precedente si presumeva, sulla base delle zanne visibili dei cavalli, che venissero sacrificati solo gli stalloni (maschi). Tra i moderni cavalli polacchi, geneticamente più vicini al telone della preistoria e dell’alto medioevo (questo tipo di cavallo veniva sacrificato), solo i maschi hanno zanne distinte.

Per verificare il sesso degli animali rinvenuti nella sepoltura, il Prof. Dopo aver consultato l’autrice principale dello studio, la dottoressa Catherine McCullough French dell’Università di Cardiff nel Galles (Gran Bretagna), Karczewski ha stabilito una collaborazione con i ricercatori dell’Istituto di produzione animale dell’Istituto nazionale di ricerca di Balice. Insieme, gli scienziati hanno dimostrato che la struttura del telone differisce notevolmente da quella dei moderni cavalli polacchi.

“L’analisi del DNA di cavalli antichi (…) ha mostrato che venivano sacrificate anche le cavalle. Dei sacrifici rinvenuti nel cimitero Babrotki in Masuria, il 40% erano giumente. – Spiegò il professore. Karchevskij.

Secondo lui l’articolo pubblicato su “Science Advances” cambia l’attuale prospettiva della ricerca sui rituali religiosi degli ultimi pagani nell’Europa altomedievale e sui loro contatti con gli abitanti della Scandinavia che si erano già convertiti al cristianesimo.

Foto d’archivio privato di Maciej Karczewski

Il dottor French ha confermato: “Dato il numero di cavalle trovate nelle sepolture, riteniamo che il prestigio dell’animale proveniente da lontano fosse un fattore più importante (nella scelta dell’animale sacrificato – PAP) rispetto al suo sesso.”

Secondo il Dott. Secondo Richard Madgwick dell’Università della California, coautore dello studio, le tribù pagane baltiche commerciavano con i loro vicini cristiani ma resistevano alla conversione. “Ciò evidenzia le relazioni dinamiche e complesse tra le società pagane e cristiane dell’epoca”, ha osservato.

READ  Liz Cola: L'intelligenza artificiale mi ha fatto sentire come Woody in Toy Story

I sacrifici di cavalli facevano parte dei rituali religiosi in tutta l’Europa pagana. Fu praticato più a lungo tra le tribù baltiche fino al XIV secolo. (porta)

Anna Bojaska

Abu/ajt/

La Fondazione PAP consente la ristampa gratuita degli articoli dal sito web Nauka w Polsce, a condizione che ci informiate via e-mail una volta al mese sull’utilizzo del sito web e forniate la fonte dell’articolo. Sui portali e sui siti web si prega di includere il seguente link: Fonte: Naukawpolsce.pl, e nelle riviste, spiegazioni: Fonte: Nauka w Polsce – Naukawpolsce.pl. Il permesso di cui sopra non si applica a: informazioni della categoria “Mondo” ed eventuali fotografie e materiale video.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto