Guardiola: giochiamo contro il re della competizione per tre anni consecutivi

-Devo fregarmi le mani davanti al Real Madrid? Non abbiamo altra scelta [śmiech]. Sembra un po' una tradizione: giochiamo contro la regina della competizione per tre anni di fila, perché ha vinto 14 Champions League. È così e spero che potremo giocare queste partite al momento giusto. Mancano ancora poche settimane alla prima partita di Madrid. vedremo.

– Una rivincita in casa? È un equalizzatore che non puoi controllare. Di solito, quando le persone dicono che la patta è facile, è perché stanno indebolendo l'avversario. Inutile dire cosa rappresenta il Real Madrid in questa competizione. Il sorteggio ci ha dato la possibilità di tornare in casa, e due anni fa avevamo il ritorno fuori casa, quindi è così. Ci vogliono un paio di belle partite qua e là per progredire.

– Ederson è ferito? Eddie Mi sento sempre meglio. Speriamo che sia pronto dopo la pausa per le Nazionali. Sicuramente non giocherà domani. Poi farà due settimane di pausa, si riprenderà e vedremo come si sentirà. Speriamo di ritornare al più presto possibile.

– Infortunio a De Bruyne? Non è pronto per giocare. Ha già giocato ad Anfield e ha qualche problema, ma si sente meglio. Non è pronto per la partita di domani, ma abbiamo parlato con il ct del Belgio Domenico Tedesco e lui ha deciso di non convocarlo. Sono grato per questo perché Kevin non stava bene e ora può riprendersi per il resto della stagione.

– Da quanto tempo gioca De Bruyne pur soffrendo di un problema fisico? Ha giocato bene ad Anfield. Come sapete, oggi nel calcio moderno non esiste un giocatore che giochi assolutamente “pulito”. I problemi ci sono sempre, ma lui non si sentiva bene il giorno dopo l'incontro. Per sentirsi meglio ha bisogno di fare un passo indietro.

READ  Campionato spagnolo 2023/2024. I media spagnoli hanno elogiato Robert Lewandowski dopo la partita Atletico Madrid-Barcellona

– Grealish è ferito? Sta migliorando. Sarà in rosa per questa partita [z Newcastle].

– Il Real Madrid è di nuovo una routine per me, come lavoravo a Barcellona? Direi che per noi è un po' una novità, ma per il Real Madrid non c'è niente di speciale da giocare nei quarti di finale di Champions League. Gli ultimi anni sono stati ripetitivi per noi con semifinali e finali e ora siamo di nuovo ai quarti di finale. Abbiamo iniziato a seguire questa routine e quando giochi in questi stadi giochi contro le migliori d'Europa. Il Real Madrid è sempre lì. A volte li incontriamo, a volte no, a volte passiamo oltre, a volte ci ritiriamo [uśmiech]. Tuttavia non la vedo in questo senso, perché tutti i concorrenti erano molto difficili. Eravamo contenti prima del sorteggio perché per noi era un privilegio. Fase a eliminazione diretta, ottavi di finale, è sempre un onore essere a queste fasi. Questa è una gara speciale e l'ho detto tante volte. Non so se sia il più difficile, perché c'è anche il campionato inglese, il campionato spagnolo, il campionato tedesco, il campionato italiano e quello francese, che sono anch'essi difficili e hanno tante partite. Ma la Champions League è speciale e ti fa sentire… sai, vai in Europa e cerchi di giocare al meglio come tutta la squadra. È bellissimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto