Gioco sporco del Barcellona. Gol di Lewandowski [OPINIA]



Getty Images/Nella foto: Robert Lewandowski

Maciej Kmita


Robert Lewandowski affronta una sfida che non ha mai affrontato prima nella sua carriera. Il Barcellona sta giocando una partita, una partita sporca, il cui obiettivo è liberare il polacco dal club. Ci aspetta un lungo spettacolo mediatico e tutti gli scherzi saranno consentiti.

Robert Lewandowski è bloccato in una relazione tossica come non è mai stato prima. Uli Hoeneß una volta parlò di un debito falso e voleva assicurarlo alla giustizia (maggiori informazioni qui), ma ciò che stanno facendo Joan Laporta e Xavi va oltre la comprensione umana. Questo dopo tutto quello che il polacco ha fatto per il Barcellona.

Dopotutto, Lewandowski ha accettato, dopo la persuasione del presidente e dell’allenatore, di lasciare tutto a Monaco per diventare il volto e il motore della rinascita del club del Camp Nou. La sua mossa ha dato speranza a Collis, ma anche i benefici erano tangibili.

Nella sua prima stagione, Lewy ha portato il Barcellona a riconquistare il campionato spagnolo, che il club aspettava da quattro anni. Intanto è passato meno di un anno da questo successo, e il polacco – pur essendo ancora il capocannoniere della squadra – è diventato inutile per il Barcellona. Non c’è altra spiegazione per quanto accaduto attorno a lui nelle ultime settimane.

Guarda il video: #dziejesiewsportcie: ha battuto in astuzia i suoi rivali. Nessuno si aspettava questo!

Il Barcellona ha lanciato una macchina mediatica che avrebbe dovuto schiacciare Lewy. Spunti scoraggianti dei polacchi. Sottovalutandolo ed emarginandolo. Questo è un metodo collaudato per il club del Camp Nou. Inonda i media di fughe di notizie censurate, controllando così l’umore del pubblico e aprendo la strada alle decisioni di separazione da giocatori e allenatori.

READ  C'è una squadra che può giocare contro la Polonia invece che contro la Russia. Il "candidato principale" è la nazionale polacca

Da quando Lewy è al Barcellona, ​​le vittime di un gioco così sporco sono stati Gerard Pique, Frenkie de Jong e Rafinha. Il primo è stato addirittura così deludente che ha concluso la sua carriera durante la stagione. Lewandowski è stato criticato dal tardo autunno, ma recentemente gli attacchi ispirati dagli uffici del club sono diventati più gravi.

Diamo solo un’occhiata alla scorsa settimana. Lunedì il “Mundo Deportivo” ha pubblicato un articolo dal titolo rivelatore: “Lewandowski: una questione delicata per età e contratto”. All’autore polacco ha ricordato la sua età e il contratto progressivo grazie al quale guadagnerà più di 30 milioni di euro la prossima stagione. Si è anche chiesto se il Barcellona potrebbe permettersi tali spese? Oppure pensa di vendere Lewy a un club saudita che vuole ricoprirlo d’oro? E lo ha pagato caro.

Il giorno dopo, la stazione radio Cadena Ser ha rivelato ulteriori dettagli sul contratto di Lewis. La chiave di questa fuga di notizie è l’informazione che il Barcellona potrà rescindere il contratto con il polacco se giocherà meno del 55% delle partite nella stagione 2024/25. Incontri ufficiali. Si è parlato anche dei premi che Lewandowski avrebbe ricevuto per risultati specifici. Maggiori informazioni qui.

Inoltre, Sport è stato così gentile da sottolineare che Lewandowski è stato sostituito più spesso in un decennio, il che significa che la sua importanza nella squadra di Xavi sta diminuendo. E la conseguenza: ogni mese che passa l’elettrodo diventa meno utile. Maggiori informazioni qui.

Ma tutto questo è solo il preludio a quanto pubblicato sabato dal quotidiano “Sport”, secondo cui Laporta ha invitato Pini Zahavi a Barcellona per discutere del futuro del polacco in Catalogna. Secondo “Sport” né Xavi né il direttore sportivo Deco vedono un posto per Lewandowski. È emersa ancora una volta la polemica sulla cattiva situazione finanziaria del club, per la quale il legame polacco rappresenta un peso. Maggiori informazioni qui.

READ  "Le condizioni sono tragiche. Gli allenamenti si svolgono a metà campo." Informazioni scioccanti sul principale club polacco

Ciò ha costretto Zahavi a prendere posizione sulla questione. L’agente di Lewy ha informato tramite Tomasz Włodarczyk che il suo cliente non sarebbe andato da nessuna parte. Maggiori informazioni qui. Poiché lo stesso “agente speciale” ha rotto il silenzio, ciò significa che il Barcellona ha oltrepassato una certa linea.

La cosa impressionante di tutto questo è che, qualunque cosa accada intorno a lui, Lewandowski è in grado di lasciarsi tutto alle spalle quando entra in campo. Lunedì, contro la Real Sociedad (2-0), non ha segnato un gol, ma ha fornito un assist durante la partita, dopodiché Yamin Lamal ha segnato il gol dell’1-0.

Intanto Xavi lo ha tolto dal campo come ‘premio’ quindici minuti prima del fischio finale, con il punteggio ancora incerto sull’1-0. L’allenatore del Barcellona continua a licenziare il polacco, e la faccia di Lewy dopo essersi seduto in panchina dice tutto. Era rabbia mista ad incredulità. Per lui a volte più è difficile, meglio è, come ha dimostrato anche a Monaco, ma alla lunga è impossibile lavorare in modo efficiente in un ambiente così tossico.

A questo punto Zahavi si è limitato ad una breve smentita, ma quello è stato solo l’inizio della guerra mediatica tra Lewandowski e il Barcellona. Lewy non ha ancora detto una parolaccia sulla società, ma quando serve può scuotere i muri, come è successo al Bayern. Maggiori informazioni qui.

Ci aspetta un lungo spettacolo mediatico. I panni sporchi verranno mostrati al pubblico e tutti gli imbrogli saranno consentiti. I rischi sono molto alti, visto che si parla di circa 50 milioni di euro di stipendio negli ultimi due anni di contratto di Lewy. Quando si tratta di tali soldi, non ci sono dubbi sui sentimenti e sulla gratitudine.

READ  Sebastian Szymanski è il "Piano B" del Gigante.

Maciej Kmita, giornalista del WP SportoweFakty
Supporta Lewy e l’FC Barcelona su Eleven Sports nel Pilot WP (Link sponsorizzato)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto